10 spaventosi annunci trovati sul web

In #Instaworld, social up, WEB by redazioneLeave a Comment

Gli annunci online sono un ottimo modo per trovare appartamenti o elettrodomestici a poco prezzo, spesso però possono essere un vero e proprio parco giochi per i depravati.

Le persone, infatti, dicono che i siti internet sono l’ideale per cercare affari, ma non sanno che dietro si possono nascondere molti pericoli. Questo perché sono senza regole e, quindi, può accadere qualsiasi cosa. Essendo delle roccaforti dell’anarchia e di scambi affaristici, non possono di certo mancare delle storie horror. E alcune di queste sono così forti che vi spaventeranno a morte!

Un divano da paura!

Una donna aveva visitato un sito di annunci online per cercare un nuovo divano. Ne trovò una di pelle marrone, particolarmente accattivante. C’era solo una cosa piuttosto insolita: l’indirizzo email del venditore era “MexicanPapi666.” La donna non ci diede molto peso e mandò lo stesso un’email con l’offerta al venditore; pochi minuti dopo lui accettò. Quando arrivò in casa a prendere il divano, un uomo dall’aspetto bizzarro glielo mostrò. Il divano però era logoro e tutto strappato. Non corrispondendo perciò alla foto dell’annuncio la donna rispose, in maniera molto educata, che non poteva accettare l’oggetto in quelle condizioni e se ne andò. Quella notte, la donna sentì qualcuno che cercava di irrompere nel suo appartamento. Quando chiamò la polizia, però, il malintenzionato era già fuggito. Tutt’ora sta cercando un nuovo appartamento.

La Toyota

Un uomo trovò una Toyota su un sito di annunci per soli 3.500 dollari. Chiamò il proprietario, un uomo di nome “Bob”, e si mise in viaggio per andare nella sua proprietà, che si trovava a 10 miglia di distanza da dove viveva. Quando arrivò, trovò una piccola casa con un garage in cui c’erano dei pezzi di macchine gettate tra i rifiuti e nel vialetto c’era solo un furgoncino. Bussò alla porta ma non ricevette risposta, così decise di chiamare. Sentì il telefono di Bob squillare all’interno della casa, e sbirciando attraverso la finestra vide qualcuno che guardava fuori nel cortile. Fece il giro sul retro, pensando che la figura potesse essere Bob… Invece, trovò un essere umano impagliato! Il compratore corse verso la sua auto e se ne andò. Mentre uscì dal vialetto, vide qualcuno che lo guardava dalla finestra.

Quando uno psicopatico ti chiama

Un ragazzo aveva trovato su un sito di annunci un fantastico iPhone a 200 dollari. Ingaggiò suo fratello nel procedere con la vendita per aiutarlo a testare il cellulare. I due incontrarono due uomini molto minacciosi nelle vicinanze di un ristorante. Il fratello testò il telefono e vide che funzionava bene. Il venditore chiese 250 dollari, il compratore però avrebbe pagato solo 200 dollari come promesso, così il venditore cedette, ma non la prese molto bene. Mentre i due uscivano dal parcheggio, il fratello vide che i due venditori li seguivano, così il compratore decisero di seminarli, guidando come un matto e passando con il rosso ai semafori. Più tardi, quella notte, il compratore stava programmando il telefono quando sentì la porta sbattere. I due venditori andarono alla porta e spararono per aprire la serratura. Il compratore chiamò un vicino che lavorava nella polizia, proprio mentre un colpo di pistola silenziata esplodeva attraverso la porta. Il vicino arrestò i due venditori e il compratore si sentì euforico.

Appartamento Horror

Una ragazza stava cercando un nuovo appartamento, attraverso un sito di annunci, e trovò un’inserzione messa da una studentessa del college, che cercava una ragazza come compagna di stanza. La ragazza inviò una email alla studentessa e si accordarono per un incontro. Quando quella stessa notte arrivò alla casa, vide un bigliettino sull’ingresso che diceva di usare la porta sul retro. La ragazza la trovò e un uomo di mezz’età le rispose, dicendole di essere il proprietario della casa. La ragazza notò che la casa non aveva mobili e che la porta principale era fissata con i chiodi. Provo ad andarsene ma il “proprietario” voleva farle vedere la “sala giochi” nel seminterrato. La ragazza finse di fare una telefonata, si avventò sulla porta e corse verso la macchina. A casa chiamò la polizia scoprendo che la proprietà era stata pignorata e abbandonata, e che il “proprietario” era in realtà un senzatetto.

L’attrezzatura da hokey

Un ragazzo che cercava dell’attrezzatura da hockey ne trovo una, ad un prezzo vantaggioso, su un sito di annunci. Mandò un messaggio al venditore, che gli chiese quanti anni avesse. Lui gli rispose che aveva solo 14 anni e il venditore pensò che fosse una bella cosa, perché anche lui cominciò da giovane. Si accordarono e decisero di incontrarsi vicino alla casa del compratore. Quando arrivò, trovò solo un furgone bianco. Ricevette un messaggio con scritto che il venditore era nel furgone e che sarebbe dovute entrare per fare la transazione. Il ragazzo corse a casa, inseguito dal furgone. Alla fine riuscì a seminarlo e disse ai genitori cos’era successo. Quella notte, vide il furgone fuori dalla sua casa ma se ne andò prima che potesse chiamare la polizia.

I mobili per la sala pranzo

Una donna ricevette una chiamata riguardo a dei mobili per la sala pranzo, che aveva messo in vendita su un sito di annunci. Un uomo con una voce tremolante le chiese se poteva vederlo e fare un’offerta. Mentre arrivò alla casa del venditore, l’uomo aveva indosso una maglietta macchiata, dei vesti strappati e sembrava che non si lavasse da giorni. Faceva degli strani rumori mentre esaminava il mobilio, il che lo rendeva ancora più strano. Il prezzo che veniva chiesto era di soli 1200 dollari, ma l’uomo poteva offrirne solo 500. L’uomo si arrabbiò, passeggiò per la stanza continuando a fare strani rumori e prese qualcosa dalla sua tasca. Il venditore corse verso la propria stanza e chiamò la polizia. Quando entrarono, trovarono l’uomo nascosto nell’armadio con una pistola carica. Mentre la macchina della polizia lo portava via, l’uomo fissò la donna e le sorrise.

La ragazza delle pulizie

Una ragazza aveva bisogno di un lavoro estivo, ma aveva solo 15 anni, ed era quindi difficile trovare lavoro. Allora vide su un sito di annunci un lavoro come domestica e rispose. “James”, il proprietario, le offrì persino un passaggio in auto quanto la ragazza non sapeva guidare. James la passò prendere, lei pulì la casa e la pagò in contanti. Qualche sera più tardi, la ragazza si svegliò per bere un bicchiere d’acqua e trovò un uomo che la fissava dalla finestra. Quando arrivarono i suoi genitori, l’uomo era sparito nel nulla. Alcuni giorni dopo, James la passò a prendere e le disse che l’avrebbe aiutata con le pulizie. La ragazza incominciò a pulire e si fermò per usare il bagno. Fu qui che trovò una pila di videocassette… E su una di queste c’era il suo nome. La ragazza chiese di andare a casa e James la accontentò, ma incominciò a guidare nella direzione opposta. Al semaforo, la ragazza scappò dalla macchina. Sua madre la venne a prendere e chiamò la polizia, che trovò le videocassette Alcune di queste erano di ragazzini scomparsi a cui venivano fatte delle cose terribili.

Un nuovo divano

Due ragazzi avevano bisogno di un nuovo divano e ne trovarono uno, a prezzo stracciato, su un sito di annunci. Uno di loro andò a casa del venditore per esaminarlo. Il proprietario gli chiese di voltarsi ed il compratore vide quattro uomini con la tonaca nera. Uno gli chiese dove fosse il suo compagno di stanza, ma il compratore corse verso la macchina e partì. Non aveva mai detto di avere un compagno di stanza!

La valigia

Due ragazze avevano bisogno di una nuova valigia e ne trovarono una, a un prezzo vantaggioso, su un sito di annunci. Una delle ragazze si offrì di incontrare il venditore in un locale della città, ma lui gli chiese di incontrala a casa sua. Alla fine però accettò di incontrarla in un negozio e quando la ragazza arrivò, vide che l’uomo la stava aspettando. Le chiese di farsi un giro con lui, lei rifiutò e scappò a casa. Quella notte, l’uomo andò a casa sua e cercò di buttare giù la porta a calci. Lei scappò dal suo appartamento e corse per strada a cercare aiuto. La polizia arrestò l’uomo e lo identificò come uno stupratore seriale.

La Mustang

Un ragazzo che stava partendo per il college voleva una macchina nuova. Trovò l’annuncio di una Mustang e contattò il venditore, che sembrava avere una voce affascinante al telefono. Il ragazzo guidò per un’ora per incontrare il venditore e arrivò ad una casa dall’aspetto sinistro. Il venditore mostrò al compratore il suo garage, dove all’interno però non c’era nessuna Mustang. Il compratore provò ad andarsene, ma trovò un altro uomo che bloccava la porta. Il venditore tirò fuori uno strumento affilato di metallo e il compratore corse per tutta la casa, cercando una porta sul retro. Scappò verso la sua macchina, guidò all’impazzata e chiamò la polizia. Gli agenti cercarono in casa ma non trovarono nessuno. Quella notte, il compratore ricevette un sms che gli diceva di guardare fuori dalla finestra. Il compratore preferì chiamare la polizia che trovò il “venditore” fuori dalla sua abitazione, nascosto in mezzo ai cespugli.