10 Luoghi da vedere nel Salento in 7 giorni

Sette giorni possono sembrare un’eternità o, al contrario, scorrere velocemente, tutto dipende ovviamente da come vengono vissuti, con chi,  e da dove li si vive:

Se vi trovate in Salento o avete in mente di visitarlo e avete una settimana a disposizione, abbiamo chiesto a Marco Bove di NelSalento.com, uno dei principali portali di destinazione per le vacanze nel sud della Puglia, di suggerirci una selezione di dieci luoghi che vanno visitati.

 

Lasciatevi andare a questo viaggio virtuale, suddiviso in località sui due versanti, in attesa di vivere quello vero e le emozioni che comporta.

1) San Foca: Tra le varie marine che costellano le due coste salentine, la ionica e l’adriatica, San Foca è un vivace porto turistico incorniciato da spiagge caraibiche e sabbia soffice. Un luogo che vale la pena visitare non fosse altro per immergersi in queste insenature, avventurandosi poi tra dune o scogliere che hanno la particolarità di arricchire il litorale.

La costa in questo tratto alterna spiagge sabbiose a scogli bassi e agibili, e si raggiunge grazie alla litoranea San Cataldo- Otranto.  

2) Tra le meraviglie da non perdere nelle vicinanze, va annoverata senza dubbio la rinomata Grotta della Poesia, una fiabesca piscina naturale incuneata a Roca, tra San Foca e Torre dell’Orso. La grotta è una grande conca naturale in cui è possibile immergersi per un bagno ritemprante, per ammirare tutta la bellezza del posto ricoperti da uno strato di acqua che vi culla e vi coccola, rasserenandovi. Potrete accedere alla grotta scendendo una scalinata scavata nella roccia laterale, a meno che non vogliate cimentarvi nell’arte dei tuffi, che vi portano dritti in acqua.

3) Torre dell’Orso
Da San Foca a Torre dell’Orso il passo è breve, ma la bellezza dei luoghi non muta, ma, se possibile, aumenta in modo esponenziale.

Torre dell’Orso vale la pena tenerlo come pit stop per ritemprarsi dopo una giornata al sole, mangiare qualcosa nelle tipiche trattorie del posto, semplici, ma anche ricercate, in base a quel che si chiede. La bellezza di questo luogo risiede senza dubbio nella sua scogliera, che non supera i 40 metri di altezza e che incornicia una distesa di sabbia leggera e impalpabile.

Una torre cinquecentesca domina la baia, dove sorgono e si stagliano verso l’alto i due faraglioni meglio noti con il nome de’ “Le due Sorelle”, tra gli scorci del paesaggio più fotografati in assoluto.

4) Baia dei Turchi. Se siete in Salento non potete non muovervi alla volta di Otranto e della sua splendida spiaggia denominata Baia dei Turchi. Un posto isolato, con le calette che la punteggiano, in cui immergersi in totale armonia con se stessi. Da qui potrete poi spostarvi ne centro della cittadina, da sempre cuore pulsante e in continuo fermento culturale e artistico, per una cena nei ristorantini o un aperitivo nei cocktail bar che si stagliano sui faraglioni. Tra le cose da non perdere lo shopping nei suggestivi negozietti che animano tutti i vicoli del borgo e offrono una grandissima selezione di prodotti di artigianato tipico, dalle terracotte ai sandali in cuoio finemente lavorati.

5) Appassionati di arte e mitologia, Porto Badisco è il posto in cui il poeta Virgilio cominciò a tessere le gesta dell’eroe troiano Enea, una baia deliziosa, in cui affiora una sorgente di acqua dolce, ma anche un tratto di costa in cui scoprire l’ingresso del Cunicolo dei Diavoli, un anfratto chiuso da una grata in cui pare ci sia un riprodursi di specie rarissime di animali. Tra le altre meraviglie di Porto Badisco c’è la famosa Grotta dei Cervi, un complesso carsico di circa 1550 metri che riporta sulle pareti degli straordinari pittogrammi datati tra il 4mila e il 3mila a.C., realizzati in ocra rossa, guano e argilla. Una grotta non visitabile, ma di cui è possibile vedere e scoprire di più sui tanti libri e scritti dedicati.

6) Lecce: Un gioiello dell’arte arte barocca, che fiorisce in ogni angolo della città che ha attirato e stregato milioni di visitatori. Luminosa e viva, Lecce è uno dei must da vedere, scoprire, visitare, una volta approdati in Salento, tra i vicoli che portano nel cuore della movida, con i localini che animano le notti leccesi, sino alle piazze, le chiese, i monumenti.
La Basilica di Santa Croce è uno dei maggiori complessi architettonici in città, oltre a rappresentare il più significativo esempio di barocco locale, assieme all’ex convento dei Celestini. Piazza Sant’Oronzo, le varie porte da cui si accede alla città vecchia, il Duomo, il Castello edificato per volere di Carlo V per combattere le invasioni turche, sono tutti luoghi da esplorare che vi colpiranno e resteranno nel cuore.

7) Santa Maria di Leuca! Ci spostiamo sull’altro versante, discendendo verso Leuca dove si consiglio di fermarvi: la punta estrema della Puglia  merita di essere scoperta per le sue caratteristiche ville signorili ottocentesche, il santuario, le grotte marine da visitare con una escursione in barca  e molto altro.

8) Si approda a Gallipoli, ridente cittadina affacciata sul mare, con la particolarità di avere una suddivisione tra parte nuova e vecchia (una vera e propria isola), collegate da un vecchio ponte. 

Pescatori, cibo sano e genuino come il pesce fresco, gente affabile e cordiale rendono la cittadina davvero unica. Proprio a Gallipoli, spostandosi in direzione delle marine attigue, si possono ammirare le spiagge di Torre del Pizzo e di Punta della Suina, teatro di diversi film e scenografici sfondi per video musicali di cantanti italiani.

9) Proseguendo verso l’entroterra, nella cosiddetta Grecìa salentina, ci sono una serie di paesini che meritano di essere visti, visitati, vissuti assieme alle gente locale, che si distingue dal resto dei salentini per via della propria parlata dialettale, un neo-greco noto come griko. Le cittadine da vedere sono Calimera, Carpignano, Castrignano dei Greci, Corigliano d’Otranto, Martano, Martignano, Melpignano, Soleto.

10) In ultimo Specchia, proclamato uno dei borghi più belli d’Italia, uno dei fiori all’occhiello del Salento, resta un luogo d’incanto in cui sostare anche solo per un giorno, gustando piatti tipici che attingono alle tradizioni della cucina salentina, semplici, ma sempre dal sapore deciso e intenso.


Per tutto il resto visitate http://www.nelsalento.com o la relativa pagina Facebook https://www.facebook.com/nelsalento



redazione