Un film a tavola: Pollo Tandoori di “Amore, Cucina e Curry”

Siamo andati fino in Giappone, poi siamo volati in Francia e quest’oggi vi portiamo in India (o quasi). Il protagonista di questa storia tutto colore e spezie, infatti, è un giovane indiano. Hassan, trasferitosi in Francia con i genitori quando era piccolo, cresce tra i fornelli del ristorante indiano dei genitori. Nonostante negli anni la famiglia si sia allargata e così anche la notorietà del ristorante, Hassan sente l’esigenza di sperimentare nuovi gusti e mettersi in gioco. Il padre non capisce la visione del giovane ragazzo e per questo i contrasti sono all’ordine del giorno.

Un bel giorno ad Hassan viene proposto di lavorare nel ristorante francese di fronte al negozio dei propri genitori: con tantissimo dispiacere ma con ancora più voglia di mettersi in gioco, accetta il posto e parte per questa nuova avventura. Tra i fornelli d’acciaio perfettamente puliti, divise impeccabili e servizi da cardiopalma, il giovane ragazzo incontra mille difficoltà, nuovi amici, un amore e la prima Stella Michelin. Colto dal successo inaspettato, decide di nuovo di cambiare rotta, trasferirsi in una metropoli e tentare il tutto per tutto. Purtroppo però, spesso non ci si rende conto che l’ebrezza del nuovo e del diverso, anche se sbagliato, fa ubriacare e perdere di vista ciò che è realmente importante.

E’ proprio così che si conclude questa frizzante pellicola: Hassan torna a casa, riuscendo a conciliare egregiamente la cucina da cui è stato cresciuto con le richieste della sua modaiola clientela francese. Chi lo avrebbe mai detto che le vie di mezzo, quasi sempre, sono le strade migliori?

Pollo Tandoori

Ingredienti:

  • 70 g aprica dolce
  • 18 g garam masala
  • 15 g cumino
  • 15 gr zenzero macinato
  • 16 g coriandolo macinato
  • 50 g coriandolo fresco
  • 8 g curcuma macinata
  • 5 spicchi di aglio
  • 70 g yogurt greco bianco
  • 120 g olio di oliva
  • 1 scalogno
  • 45 g aceto bianco
  • 15 g succo di limone
  • 2 kg pollo
  • sale
  • pepe

Procedimento:

Iniziate col tritare finemente scalogno e aglio. A parte fate tostare in una padellina le spezie: garam masala, cumino, paprika, curcuma e coriandolo.

Successivamente in una bull miscelate zenzero, yogurt greco, aglio, succo di limone, olio, sale e pepe con le spezie tostate pochi istanti prima.

Prima di cuocere i pezzi di pollo, incidete trasversalmente ogni pezzo con più tagli: questo permetterà, non solo una cottura migliore, ma anche che la salsa in cui metterete a macerare il pollo per tutta la notte, penetri meglio la carne, rendendola ancora più saporita e morbida.

A questo punto siete pronti per la cottura! Preriscaldate il forno a 230°C e cuocete il tutto per 45 minuti.

E’ importante che lasciate spazio tra una pezzo e l’altro, oltre che girare di volta in volta la teglia, in modo tale che tutto si rosoli perfettamente. Negli ultimi 5 minuti

Tradizione vuole che il pollo tandoori venga servito con riso basmati e un’emulsione fatta da coriandolo, scalogno, aceto e olio ma voi siete liberi di sbizzarrirvi come più vi piace!



Alessia Cavallaro