Un film a tavola: i Cocktail di un’altra epoca di “Downton Abbey”

Chi non vorrebbe provare l’ebrezza di vivere un’epoca lontana dalla nostra? La serie tv Downton Abbey un po’ ce lo ha permesso per ben quattro stagioni, alla fine delle quali le lacrime sono scese a fiumi. Il bello di questa serie tv, non sta tanto nelle storie che vengono raccontate, molto simili ad altre narrare della stessa epoca, ma nella sfarzosità degli ambienti in cui vive la famiglia aristocratica Grantham. La cosa che sorprende ancora di più è la naturalezza con cui tutto si snoda, anche se effettivamente descrivere egregiamente un affiatatissimo nucleo familiare che, tra un’avventura e una risata, è in grado di scaldare qualsiasi cuore.

Nelle campagne dello Yorkshire è il 15 aprile 1912 quando le storie della famiglia Crawley prendono vita. Questa data diventa così significativa soprattutto perché è il giorno esatto in cui il Titanic affonda tra le fredde acque dell’Oceano Atlantico. Proprio su quella nave, infatti, il cugino del conte, James Crawley, e suo figlio Patrick, erede della proprietà di Downton Abbey e della cospicua dote ad essa legata, perdono tragicamente la vita. Il nuovo beneficiario diventa un giovane cugino di terzo grado della famiglia che lavora come avvocato a Manchester.

Cosa rimane da fare? Tentare il tutto per tutto, convincendo il giovane ereditiere che il loro status dovrà rimanere tale, perché è proprio così che funziona da intere generazioni a Downton Abbey e non sia mai che possa andare diversamente. I colpi di scena sicuramente non mancheranno, grazie anche a tutte le vicende intrecciate che colorano la vira dei numerosi domestici e che rendono ancora più accattivante e interessante l’intera narrazione.

I cocktail di Downton Abbey

“Ti posso tentare con uno di questi nuovi cocktail?” Irrompe così Lord Grantham rivolgendosi all’anziana madre, il quale sta implicitamente sottolineando che il mondo sta più o meno silenziosamente cambiando e, così, anche il modo di bere. Loro, abituati da sempre all’ora del tè e ai tipici liquori da salotto con cui chiacchierano dopo cena attorno ad un camino, non sono abituati alla novità. Ecco, se proprio dovessimo dichiarare quale sia l’acerrimo nemico di tutta la famiglia Crawley, sarebbe  proprio il cambiamento. D’altronde loro sono così, aristocratici, avvinghiati alle tradizioni come se fosse una questione di vita o di morte. Caratteristica, quest’ultima, così peculiare da renderli così incredibilmente surreali e incredibilmente appassionati, da risultare perfetti ad ogni singola battuta.

Grazie a questa loro passione infinita per le tradizioni, è nato un libro che racchiude tutti i cocktail ispirati a Downton Abbey e a tutti i personaggi che l’hanno resa indimenticabile. Con voi oggi vorremmo riproporvi quello che ne è diventato l’emblema dell’intera serie prima, film dopo.

Ingredienti:

  • 45 ml di Gin
  • 20 ml di succo di arancia
  • 20 ml di Americano Cocchi

Procedimento:

Metti tutti gli ingredienti nello shaker e aggiungi cubetti di ghiaccio fino a riempirlo. Shakera energicamente per 10 secondi e poi servi in un bicchiere da martini gelato. Decora il tutto con una zest di agrumi.



Alessia Cavallaro