Tornano finalmente i festival culturali “in presenza”

L’Italia è la terra delle manifestazioni culturali, diffuse da Nord a Sud, in particolare in primavera e nei mesi estivi. Il lockdown a cui siamo stati costretti per via del Coronavirus ha messo i bastoni tra le ruote a diversi eventi. E ha costretto gli organizzatori a rinvii o addirittura cancellazioni.

Insomma chi aspettava soltanto l’arrivo della bella stagione per potersi godere eventi annuali, ha dovuto accontentarsi di potervi partecipare dietro un computer, e di intervenire tramite i social.

Come tutte le belle notizie che faticano ad arrivare, negli ultimi giorni si parla però di un presto ritorno ai festival in presenza.

Si avete capito bene!

Credit: pospophia

E così dal 2 al 5 luglio 2020 a Pesaro torna “Pospophia” il festival nazionale della Filosofia del Contemporaneo. Il tema di quest’anno, che è arrivato alla decima edizione, sarà dedicata al maestro del cinema Federico Fellini in occasione del centenario della sua nascita.

Così con prenotazione obbligatoria e nel rispetto di tutti i protocolli di sicurezza, Pesaro ospita cinque giornate tra conferenze, spettacoli e rassegne filosofiche. Interverranno Sandro Veronesi, Michele Murgia, Patrizia Giancotti. E  tanti saranno gli ospiti, come il filosofo Simone Regazzoni, Giulia Caminito, e Ilaria Gaspari.

Credit: illibraio

Spostandoci da Pesaro a Polignano a Mare, in Puglia, si terrà la diciannovesima edizione del Festival “Il libro possibile” dall’8 all’11 Luglio. Il tema scelto è “Viaggiatori del tempo e dello spazio”, e verrà svolto in cinque location diverse. Tra gli ospiti, lo scrittore americano David Leavitt, in collegamento streaming dagli Stati Uniti, che presenterà in anteprima mondiale il suo ultimo libro. Ci sarà il romanziere e saggista Javier Cercas, in collegamento dalla Spagna. E ancora lo scrittore e scienziato David Quammen, che si collegherà dagli Usa, e il giornalista e saggista Lawrence Wright.

Insomma personaggi di spicco, da non perdere.

Credit: visitcatania

E anche se toccherà aspettare un po’, non potete assolutamente perdetevi il “Catania Book Festival”. L’evento si sarebbe dovuto tenere all’inizio di maggio, ma per garantire la piena tutela dei partecipanti, è stato rinviato e si terrà dall’8 al 10 ottobre.

Si tratta di un Festival alla sua prima edizione, autofinanziato da giovani under 30, e che è stato reso possibile dal lavoro instancabile che le librerie, le associazioni e le istituzioni hanno portato avanti negli anni, ciascuno con le proprie splendide peculiarità.

È possibile tenersi aggiornati attraverso i loro canali social. E non resta che attendere le sorprese che ci riserverà!

Credit:quotidianodiragusa

Senza spostarci dalla meravigliosa Sicilia, ci spostiamo a Ragusa. Qui si terrà “A tutto volume”. La macchina organizzativa guidata dal direttore artistico Alessandro Di Salvo si è già messa in moto, individuando nel fine settimana dal 9 all’11 ottobre le date più adatte per la manifestazione. Ovviamente sempre qualora i livelli della pandemia non dovessero salire e le norme di sicurezza degli eventi diventare più stringenti.

Un festival a cui gli abitanti non rinunciano mai, tant’è che il suo successo ha portato fin all’undicesima edizione di quest’anno. Il programma è ancora da definire, ma saremo aggiornati dai canali social e dal sito ufficiale. La premessa c’è: sarà un evento da non perdere!

I libri ci hanno fatto capire, soprattutto in questo periodo, quanto sia importante un’informazione completa e sicura sulle vicende del mondo; ci hanno fatto scoprire quando possano aiutarci a sognare stando svegli e a viaggiare stando seduti.

Abbiamo accumulato fame di libri e cultura e ora non ci resta che attendere.



Rachele Pezzella