“The perfect date”: quando la presenza di Noah Centineo fa la differenza!

È accaduto con il film “Tutte le volte che ho scritto ti amo” presente su Netflix che l’intero pianeta conosciuto ha appreso dell’esistenza di Noah Centineo. Da quel momento il mondo è in visibilio per questo giovane attore con gli occhi vivi ed un sorriso mozzafiato.

Classe ’96, originario di Miami, Noah Centineo a soli 22 anni è l’attore più amato ed apprezzato dalle teenager di tutto il mondo ma anche dalle donne in carriera che si son perdutamente innamorate dopo averlo visto interpretare il ruolo del finto fidanzato perfetto in coppia con Lana Condor.

Non si sa molto del giovane attore. Archiviate le chiacchiere che lo volevano in coppia con la collega Condor con la quale vi è solo una grande amicizia, l’unica cosa certa di Noah Centineo è il suo profilo Instagram che gestisce autonomamente e nel quale saltuariamente condivide foto o stories in cui è con gli amici o fa scherzi.

Alla luce del grande successo ottenuto, Netflix non si è lasciata scappare l’opportunità di duplicare ed anche triplicare il riscontro di pubblico ottenuto, inserendo in catalogo altri due film quali “Sierra Burgess è una sfigata” e “The perfect date”, il nuovo arrivato sulla piattaforma.

Netflix ha puntato tutto su quest’ultima produzione cinematografica in cui ancora una volta si affida a Centineo il ruolo del giovane liceale alle prese con i sentimenti e le relazioni.

Stavolta Noah è Brooks Rattigan, un giovane all’ultimo anno di liceo alle prese con la scelta del college che vive con il padre perché la madre è andata via per stare con un altro. Brooks è un tipo logorroico e socievole ma ha profonde insicurezze e fragilità dettate soprattutto dall’abbandono della madre. Dopo esser uscito con Celia Lieberman (Laura Marano) per far un favore ad un compagno di scuola, anche su consiglio della ragazza, scopre che può monetizzare il suo talento nell’ascoltare la gente e nel partecipare agli appuntamenti. Grazie ad un’app si offre per accompagnare ragazze, uscire con loro o semplicemente ascoltarle trasformandosi di volta in volta in base alle esisgenze richieste. Non è un gigolò nel senso puro della parola. È più un giovane che non ha ancora trovato una sua dimensione ed il senso di sé e che, per racimolare qualche soldo in vista del college, ha trovato “lavoro”.

Ruolo determinante, però, lo ha Celia, ragazza cinica e poco amante degli stereotipi di genere, la quale, seppur entrata per caso nella vita di Brooks, diventerà la soluzione a tutti i problemi di lui.

In “The Perfect date”, le capacità attoriali di Noah Centineo emergono prepotentemente unite al suo indescrivibile fascino. È proprio il caso di dirlo: Noah fa dimenticare dell’esistenza di Zac Efron e nella sua bellezza acerba e semplice riesce ad infondere empatia ed allegria.  La storia, seppur per nulla originale, regala una commedia in perfetto stile americano, godibile e piacevole dal primo fino all’ultimo minuto. E poi Noah Centineo vale la pena sempre. Che aspettate? Netflix vi aspetta!

Buona visione!



Sandy Sciuto