Instagram @netflixit

Summertime 3: l’ultimo capitolo della serie sull’estate italiana

La tanto attesa terza stagione di Summertime è finalmente uscita su Netflix, ultimo capitolo di una saga che da due anni a questa parte tiene incollati allo schermo tutti gli amanti dell’estate e non solo. Dopo una seconda stagione apparsa un po’ lenta e per alcuni deludente, con la terza le sorti della serie si sono risollevate. Ma prima di iniziare a raccontarvi cosa ci è piaciuto, è doveroso premettere che potrebbero esserci degli spoiler in questo articolo.

Summer e i dissidi amorosi

La protagonista è ancora una volta lei, Summer, che con il suo carattere forte cerca di trovare una quadra nelle passioni che inesorabilmente la travolgono nel periodo estivo. La vediamo protagonista di una notte di fuoco con Luca, interpretato da uno splendido Filippo Caccamo, che lasciatelo dire sa il fatto suo. Subito il pubblico si immagina che la nuova fiamma dell’estate possa essere proprio Luca, ma già dal secondo episodio si è costretti a ricredersi. Summer è ancora innamorata del tanto bello quanto tormentato Ale che non riesce a trovare una quadra nella sua esistenza. Il giovane, dopo l’incidente di Lola, si ritrova in balia di se stesso incapace di trovare il suo posto nel mondo. L’indecisione lo accompagnerà fino all’ultimo episodio quando salperà per un giro intorno al mondo in barca a vela con Lola, riconquistata a fatica dopo un periodo di dissidi e gare in moto.

Gli altri protagonisti

Ci sono poi i filoni di Sofia, che cerca di affermarsi nel mondo della fotografia, Dario, che sogna una carriera nell’organizzazione di concerti ed Edo che tornato da Amburgo deve fare i conti con le bugie raccontate a genitori e fidanzata. E poi c’è Blue incastrata nella relazione con il giovane ambientalista Alfredino. Per Blue sarà un’estate tormentata: la ragazza si innamorerà di Vanessa iniziando quindi un viaggio alla scoperta di se stessa e dei suoi sentimenti. Tra il dubbio, l’indecisione e la paura di far soffrire Alfredino, Blue riuscirà alla fine a trovare un nuovo equilibrio e ad accettare i suoi sentimenti per Vanessa.

Le passioni estive travolgono anche i grandi

Se i ragazzi si cimentano in tormentate avventure sentimentali, gli adulti non sono da meno. Torna la complicata situazione tra i genitori di Summer che dopo aver avuto un figlio cercano un equilibrio tra nuove relazioni e uscite serali. Al centro anche il tema della differenza di età in una coppia, esplicato dal rapporto tra Dario e Rita. Nella serie è messo in scena l’impegno e il tentativo di far quadrare una relazione con una differenza di età così grande. Tra interessi ed esigenze diverse, la coppia dovrà superare molti ostacoli, ma alla fine trionferà l’amore.

Perché sono tutti pazzi per Summertime

Il finale è aperto: ci sono Summer e Ale che si incontrano, proprio come nella prima stagione, sul lungofiume ad osservare i fenicotteri che volano via. Si prendono per mano e il sipario cala davanti a un tramonto mozzafiato. Un ultimo ciak che ci lascia sognanti e speranzosi. Ambientata in riviera romagnola, Summertime è la serie di cui abbiamo bisogno proprio in questo periodo dell’anno. Ci offre la possibilità di sognare i tramonti, le spiagge, i giochi di sguardi, le conoscenze e le emozioni che solo l’estate sa regalare. Inoltre, è la perfetta rappresentazione della cosiddetta “Estate all’italiana” fatta di lettini, ombrelloni e amori che nascono tra i granelli di sabbia. Con questa serie, la stagione più bella dell’anno ha avuto l’elogio di cui aveva bisogno. Anche in questa ultima stagione protagonista il mondo della musica. Oltre alla colonna sonora che è un connubio di brani del passato e delle recenti hit, nella serie troviamo Sangiovanni che si esibisce in un concerto organizzato da Dario e Summer che inizia ad esibirsi con Luca. Insomma in Summertime nulla è stato lasciato al caso ed è stata rappresentata al meglio quella che Jovanotti chiama la migliore invenzione degli italiani: l’estate.



Eleonora Corso