Sommarøy: l’isola che lotta per diventare un’oasi time-free

Sommarøy, è il nome di un villaggio di pescatori, situato a est di Tromsø, in Norvegia, che si sta battendo per diventare la prima zona time-free del mondo, dove i cittadini vivono per 69 giorni l’anno come se il tempo scandito dalle lancette non esistesse.

Avete mai desiderato di vivere senza scadenze, appuntamenti, orari e ritardi? ”Panta rei” ossia tutto scorre, disse Eraclito. Come sappiamo, il tempo è sempre stato l’acerrimo nemico dell’uomo.  Il tempo è una delle poche forze che l’uomo non riesce a controllare. Ma a Sommarøy ci stanno provando.

I turisti sono soliti lasciare i propri orologi allacciati al ponte che divide l’isola dalla terra ferma nel periodo estivo. Un gesto simbolico che concretizza la volontà del paese di essere una time-free zone, di andare oltre la concezione del tempo come l’uomo moderno la conosce. Curioso, no? Scopriamo perchè.

Il nome dell’isola in norvegese significa ”Isola dell’Estate”: nel periodo estivo compare infatti il ”sole di mezzanotte” che splende senza mai tramontare per 69 giorni l’anno, dal 18 maggio al 26 luglio. Gli abitanti sfruttano queste giornate per svolgere le attività più disparate. A Sommarøy è possibile trovare ragazzini che giocano in cortile, uomini che pescano all’aperto, gente che stende i panni e chi taglia l’erba del proprio giardino alle 2 del mattino. Fantastico, no? L’isola è un vero e proprio giardino dell’Eden in cui godere le ore felici scaldate dal sole senza vederlo andare via a fine giornata, dimenticando di guardare l’orologio.

aurora boreale a sommaroy

Questo periodo felice si alterna alla lunga notte polare, che inghiotte Sommarøy da novembre a gennaio, e sostanzialmente impedisce alle persone di vivere azioni quotidiane alla luce del sole. Sommarøy è una location perfetta per vedere l’aurora boreale in inverno. Un lunghissimo inverno si alterna ad una lunga ed attesa estate nell’isola norvegese: ecco perchè è da tempo tradizione mollare l’orologio in estate e vivere a pieno il periodo in cui il sole splende, sulla vecchia cittadina di pescatori.

Recentemente, il 13 giugno 2019 i cittadini si sono riuniti per ufficializzare la decisione di abolire la concezione della vita scandita dal ticchettio delle lancette. Per diventare la prima zona time-free al mondo gli isolani sono partiti da una raccolta di firme, coordinata da un membro del parlamento norvegese che appoggia la causa e coordina il processo legale dell’operazione. Il comitato spera di ottenere concessioni per orari flessibili per tutti i servizi ai cittadini e ai turisti, soprattutto nell’ambito scolastico e lavorativo.

Kjell Ove Hveding, portavoce dei cittadini di Sommarøy afferma che questa presa di posizione equivarrebbe soltanto ad un’ufficializzazione scritta di una tradizione che si protrae da generazioni sull’isola. L’antica tradizione avrà la meglio sul tempo? Questo non lo sappiamo con certezza, ma sicuramente questa peculiare usanza sta portando molti turisti a Sommarøy, contribuendo all’economia turistica della ridente oasi.

Siamo con voi!



Irene Coltrinari