Scoperto il possibile progenitore dell’uomo

In #Focus, SCIENZE by redazioneLeave a Comment

Gli studiosi hanno riportato alla luce, i resti di questo progenitore dell’uomo, che si suppone abbia vissuto 3 milioni di anni fa (circa). I reperti sono stati rinvenuti in Sud Africa in una grotta chiamata Rising star (stella nascente), che è situata a circa 50 KM da Johannesburg. Sono state rinvenute 1500 ossa(circa)di entrambe i sessi. I ricercatori che hanno scoperto le ossa sono entusiasti del gran numero di reperti ossei ritrovati ill’interno della grotta, è la cosa più significante in questa che c’è la possibiltà di rinvenirne altre, visto che questa specie aveva un sofisticato metodo di sepoltura e di rituali per onorare i defunti, un fattore che li avvicina sempre più all’Homo sapiens e il Neanderthal, ed strano pensare che un essere così primitivo poteva usare il metodo della sepoltura.

 

L’HOMO NALEDI era di bassa statura con gambe lunghe ed i piedi con la struttura vicina a quella dell’uomo moderno, spalle e bacino di larghezza ridotti, anche il il cervello era ridotto di grandezza infatti si ipotizza che fosse grande quasi quanto quello del gorilla, i denti molto piccoli. Dice il DOTT.LEE BERGER”Abbiamo scoperto qualcosa che non mi sarei mai aspettato di vedere nella mia vita”. L’ingente quantità di ossa a disposizione dei paleontologi darà modo di studiare i comportamenti degl’individui ritrovati dal più giovane al più anziano e capire quali erano le differenze di maschi e femmine.

 

Loading...