Sarà emotivamente disponibile? Ecco come capirlo in poche mosse

A Natale siamo tutti più buoni e a Capodanno si tirano le somme… almeno così dicono, ma come fai a capire se il tuo lui o la tua lei è emotivamente disponibile prima di pensare ai regali di Natale last minute?

Quante volte vi sarà capitato di uscire con un ragazzo o una ragazza e dopo qualche mese chiedervi cosa porti a tutto questo. Sarà divertimento e basta o una cosa esclusiva? Non lo so, non ne abbiamo mai parlato. Forse non è emotivamente disponibile.

Cosa significa essere emotivamente disponibili?

Allora, essere disponibili a livello emozionale, relazionale, privato e intimo, sostanzialmente vuol dire avere il coraggio di buttarsi. Semplice a dirsi, vero? Comunque chi è emotivamente disponibile non ha paura di mostrarsi per ciò che realmente è, bello o brutto che sia. Chi è così tende ad affrontare di petto le situazioni perché gli stanno a cuore. Insomma, non è il classico tipo mordi e fuggi che non ti lascia niente.

Come si capisce se una persona è emotivamente disponibile?

Gli piaci e vorrebbe di più

Solitamente chi è disponibile ha una propensione naturale all’impegnarsi. Se tu stai cercando qualcosa di serio (attenzione, non duraturo) e lui/lei non sta cercando una storia, gira l’angolo. Il tuo piccolo cuoricino finirà per piangere se continui ad insistere.

Effusioni in pubblico, perché no?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Social Up (@socialupmag)

Gli piaci e vuole farlo sapere a tutti. Dal tenervi per mano a qualche bacio dolce in pubblico. Piccoli gesti che vi fanno sentire speciale e in primo piano. Fateci caso! Se non li fa invece, nemmeno un batti cinque in pubblico dopo una bella battuta, allora girate alla larga, ha paura che vi affezionate troppo e lo “soffochiate”. Ricordatevi: una relazione non deve soffocare, deve rendere liberi!

Ha definito l’esclusività

Definire l’esclusività è un gran passo che chi è emotivamente disponibile non ha problemi a fare. Quindi se ha già messo le carte in tavola e soprattutto in chiaro è un buon inizio. Non vuole perderti. Se invece sta giocando in più campi e gli piace tenere il piede in due scarpe, correte via più veloce che potete.

Non solo casa

Se non state chiusi in casa come conigli allora la cosa è abbastanza seria, soprattutto se vi presenta a parenti e amici. Vuole farvi conoscere e far conoscere a voi la sua vita “normale senza di voi”. Bello, no?

Ricordati però che molte persone sono realmente emotivamente non disponibili e non dipende da te, ma da loro.



Silvia Menon