Sanremo 2022: tra FantaSanremo, Papalina e fantaclassifica

L’edizione della rinascita, della ripartenza, del ritorno del pubblico in sala, ma soprattutto l’edizione principe del FantaSanremo!

Come vi avevamo anticipato qualche giorno fa, l’edizione 2022 del FantaSanremo si apprestava ad essere incandescente, visto l’enorme successo del 2021, con un incremento considerevole delle squadre iscritte, arrivate a quasi mezzo milione per l’edizione odierna.

A differenza dello scorso anno, non c’è solo hype tra i fanta giocatori sui social, ma soprattutto la grande attenzione e concentrazione da parte per gli artisti, uniti verso un’unica missione: fare punti al FantaSanremo!

Sanremo 2022: it’s Papalina time!

Papaline, saluti a zio Mara, ringraziamenti urbi et orbi hanno invaso il palco dell’Ariston sin dalla prima serata, con Gianni Morandi e Michele Bravi che hanno messo a segno punteggi importanti in sordina, con eleganza.

Tuttavia, la svolta è arrivata nella seconda serata, sin da subito. Ha aperto le danze il giovane Sangiovanni, sfrontato e stratega nel gridare “papalina” e “fantasanremo” insieme ad Amadeus. Da lì è stato un fiume in piena, con i social invasi da richieste di VAR punteggio e “dissing” tra gli stessi cantanti.

E fu così, quindi, che Sanremo divenne la Serie A, con studi e previsioni per la composizione delle squadre, ma soprattutto gli artisti si impegnano per non deludere i propri fan, con un doppio focus su gara e fantagioco!

Nascono quindi i parallelismi tra calcio e Sanremo, con un Gianni Morandi che potrebbe tranquillamente essere il Napoli, da anni lì in cima, con tanta qualità ed esperienza. La Rappresentante di Lista, invece, appare come un Sassuolo qualsiasi, che incanta e mette in difficoltà i grandi. Massimo Ranieri, invece, è a tutti gli effetti la Juventus: non eccelle, ma vive di rendita e non molla la posizione in alta quota.

Guardando ai piani bassi della classifica, ci sentiamo di definire Ana Mena la nuova Salernitana (d’altronde il collega Rocco è di Salerno), una squadra con fari esotici, che non convince, ma si esalta nel proprio territorio. Il cantautore Tananai, invece, appare un po’ come il Venezia, giovane che si diverte a giocare, ma purtroppo fa fatica a concretizzarsi.

Insomma, un’edizione il cui il web fa sempre più da padrone, non solo con i meme (riassunti al meglio qui), ma con un commento ossessivo di ciò che accade sul palco dell’Ariston, forse oggi più che mai senza valutare la performance degli artisti.

Sanremo 2022 è davvero l’edizione della rinascita, capace di riportare gioia sui social e nella vita quotidiana, allontanando anche solo per una settimana la negatività degli ultimi due anni.



Paride Rossi