Calab

Sanremo 2020: chi vincerà il Festival? Ecco i nostri pronostici!

Ogni volta che inizia, sembra sempre così lontano l’ultimo giorno. Invece, stasera la 70° edizione del Festival di Sanremo volgerà al termine. Si archivieranno così i passi indietro, le polemiche, la lite trasformatasi in bacio tra Tiziano Ferro e Fiorello e il lungo monologo di Roberto Benigni. Non subito però: solo il tempo necessario per dare anche a questa edizione della kermesse musicale un vincitore che entrerà nella storia del Festival e che potrà rappresentare l’Italia all’Eurovision Contest.

Le 24 canzoni che in queste 4 serate abbiamo sentito e risentito ci hanno raccontato lo stato di salute della musica, confermando come la voglia di sperimentare, la creatività e la capacità di rinnovarsi non mancano. In un kaleidoscopio musicale così variegato solo alcuni artisti sono riusciti a primeggiare e adesso che siamo in dirittura d’arrivo, è bene tirare le somme e soprattutto provare a fare dei pronostici.

Dopo questo Festival è certo che Anastasio e Rancore verranno maggiormente considerati sulla scena musicale perché hanno portato un modo di fare musica brillante, contestualizzato ed altamente incisivo.

Per motivi diversi possiamo dire lo stesso di Levante, Le Vibrazioni e Marco Masini che con le loro canzoni hanno arricchito il Festival. Levante per la scelta non facile con una tematica importante, Le Vibrazioni per insistere sull’importanza di ritrovare motivi per cui gioire e Masini per la profondità del testo.

E poi ci sono i Pinguini Tattici Nucleari che, davvero, al loro esordio nazional popolare, si sono fatti notare ed apprezzare fino ad essere completamente sdoganati.

Ciò che resta sono canzoni che scorderemo presto ed altre che saranno onnipresenti nelle radio per un paio di mesi per poi fare la fine delle precedenti.

Chi vincerà allora la 70° edizione del Festival di Sanremo?

Il nostro podio – si badi in ordine sparso - è composto da Francesco Gabbani con “Viceversa”, Diodato con “Fai rumore” e Elodie con “Andromeda”. Alla sua terza presenza al Festival, Gabbani ha deciso di parlare di amore rivelando il segreto dello stare insieme. Diodato ha raccontato i silenzi innaturali che fanno male e che sono più eloquenti che mai. Elodie, invece, si è affidata ad un brano scritto da Mahmood e Dardust ispirato al mito di Andromeda. Sono questi i nomi che si contenderanno la vittoria di questa edizione del Festival di Sanremo.

Non tenendo conto tanto del nostro gusto musicale, ma del mercato discografico, di come l’artista ha veicolato il suo progetto musicale e per il modo in cui è seguita sui social e dal suo pubblico, secondo noi vincerà Elodie la kermesse musicale. Una vittoria che per noi sarà dettata da una serie di fattori tra i quali il brano ha una rilevanza marginale. Non vediamo l’ora di scoprire se abbiamo indovinato, nel frattempo a stasera per l’ultima perché, lo sapete, Sanremo è Sanremo!