San Valentino: Colazione da Tiffany – #fooks

Cari ragazzi: si sta avvicinando San Valentino, la festa più romantica dell’anno, e, scartati palloncini, fiori, cioccolatini, peluche e gioielli, proprio non avete idea di cosa regalare alla vostra partner? Leggete oltre, abbiamo il consiglio giusto per voi! Dopo le 5 mete per un romantico San Valentino e la romantica cena ad Hogwarts è arrivato il momento dei regali low cost ma originali.

Il 14 febbraio si celebra l’amore, qualsiasi forma o significato vogliate dare a questa parola. I libri che ne parlano sono diversi, e sceglierne uno in particolare è stato davvero arduo. Allora perché Colazione da Tiffany? Anzitutto perché è un classico intramontabile, reso tale soprattutto dalla sua trasposizione sul grande schermo. Holly, la protagonista che nel film è interpretata dalla grandissima attrice Audrey Hepburn, è un personaggio singolare ed eccentrico, diverso dalle altre eroine dei romanzi: è una giovane donna che non trova mai un luogo che le appartenga, rifugge relazioni stabili che possano legarla per sempre a qualcosa o a qualcuno e manca totalmente di malizia. Il romanzo alla data della sua pubblicazione, nel 1958, apparve come totalmente anticonformista e fu guardato con sospetto, soprattutto dalla società benpensante americana; oggi, invece, viene considerato un capolavoro, un inno alla vita libera da costrizioni.

Il romanzo ed il film tratto da esso sono molto diversi, sia per quanto riguarda la trama sia per come presentano i diversi personaggi. Per questo si consiglia sia la visione del film, sia la lettura del libro (anche se noi preferiamo sempre la carta stampata). Tornando ai consigli per il vostro regalo di San Valentino, prendete ispirazione a piene mani da questa storia: un Gatto dal mantello rosso e tigrato, la famosa mascherina per dormire color blu Tiffany o, perché no, proprio questo libro.


E se proprio volete – e potete – fare le cose in grande, munitevi di brioche e cappuccino, cercate il negozio Tiffany più vicino e la mattina di San Valentino portate la vostra ragazza a fare colazione davanti alle vetrine di quel posto dove lei si sentirà protetta e al sicuro e smetterà di avere  le sue “paturnie”. Ovviamente, decliniamo qualsiasi responsabilità da eventuali attacchi isterici di lei, causati dal fatto che i gioielli glieli farete ammirare soltanto da dietro al vetro!



Emilia Granito