Salmone, quale scegliere? Le diverse tipologie in commercio

In CUCINA by redazioneLeave a Comment

Il salmone rappresenta uno degli alimenti preferiti da moltissime persone che non riescono in alcun modo a resistere a quello che è il suo eccezionale sapore.  E’ inoltre molto importante precisare che il salmone è un pesce di ottima qualità e anche se ad oggi risulta essere molto affermato nelle abitudini alimentari italiane in realtà non tutti ne conoscono le origini, come viene lavorato ed inoltre quale sia la specie a cui appartiene.

Infatti, anche se solitamente per parlare di tale pesce si usa definirlo generalmente “salmone” ecco che in realtà può essere diviso in due famiglie ovvero il salmone atlantico e il salmone del Pacifico.

Analizzando nello specifico le due diverse famiglie è possibile affermare che il salmone del Pacifico si distingue in 5 diversi tipi di salmone molto diversi tra di loro sia per valore proteico ma anche per contenuto di grassi, colore, sapore e tanto altro ancora.

Tra i salmoni del Pacifico vi troviamo quindi il salmone reale considerato il re della famiglia dei salmonidi al Pacifico, il salmone argentato considerato quello tra i più robusti e la cui qualità si avvicina a quello reale ma le cui dimensioni invece sono più piccole, il salmone rosso indicato maggiormente per l’inscatolamento, il salmone rosa piuttosto salato ed è quello che trascorre meno tempo nelle acque dolci ed in ultimo vi troviamo il salmone Keta considerato un salmone molto salato oltre che il meno pregiato tra tutti ma il più diffuso grazie al suo prezzo.

Parlando invece dei salmoni del Atlantico chiamato anche Salmo Salar è possibile affermare che viene considerata l’unica specie di salmone che presenta caratteristiche organolettiche diverse una volta che viene lavorato e affumicato. La diversità è dovuta al luogo in cui tale salmone viene pescato  e quindi se in Scozia, Irlanda, Scandinavia, il Mar Baltico e la Norvegia  ma oltre al luogo di pesca ecco che le diversità organolettiche riguardano anche la diversa lavorazione.

Tra i migliori salmoni in assoluto e che merita di essere citato vi troviamo il salmone norvegese, considerato uno degli alimenti d’allevamento più sani al mondo e al quale sono legati numerosi benefici. Il salmone norvegese infatti è ricco di proteine di alta qualità, vitamina D, vitamina B12, iodio, selenio e infine anche ricco di omega 3 , valori nutrizionali questi che risultano essere molto importanti anche per lo sviluppo dei bambini e per rinforzare il loro sistema visivo e nervoso.