Riconoscere dei veri dipinti antichi per arredare la nostra casa

redazione

In ARTE / redazione / Comments

Uno tra gli oggetti che danno maggiore risalto ad una casa per la loro nobiltà e per il loro valore sono dei dipinti antichi, ovviamente degli dipinti originali, dato che le riproduzioni non posseggono tutte le caratteristiche, fisiche e non, di un dipinto autentico. Allora sarebbero utili delle nozioni atte a farci capire la differenza tra un dipinto autentico e una semplice riproduzione.
Un elemento basilare sarebbe un ottimo spirito di osservazione e la capacità di vedere anche tutti i piccoli dettagli delle cose, in più si aggiungerebbe una certa conoscenza di nozioni in campo di pittura e dipinti antichi. Questo per il fai da te, ma la soluzione migliore sarebbe quella di usufruire di uno specialista nel campo della pittura, particolarmente quando si tratta di comprare dei dipinti antichi che hanno un certo costo.

I falsi sono sempre dietro l’angolo e non sarebbe il caso di spendere migliaia di euro per un quadro che ne può valere qualche decina al massimo.

Azioni per riconoscere quadri autentici

Come detto in precedenza, un ottimo spirito di osservazione e la capacità di vedere anche tutti i piccoli dettagli delle cose sono dei buoni elementi con cui partire, a questi bisogna aggiungere la lente di ingrandimento, che è un oggetto molto utile per ottenere quanto sopra.
Un altro oggetto molto utile per riconoscere i veri dipinti antichi, che deve essere aggiunto a quello appena citato, è un particolare tipo di lampada, quella ad ultravioletti, e non sarebbe utile solo quella ad ultravioletti, la stessa utilità l’avrebbe una lampada ad infrarossi.
Unendo tutte queste cose si dovrebbe essere in grado di stabilire se quel quadro è autentico oppure no, particolarmente i due o tre strumenti appena citati sono un ausilio non indifferente per riuscire a notare dei dettagli che altrimenti non potrebbero venir visti. Servono specialmente per vedere le caratteristiche del colore nel quadro antico.
Un colore usato un secolo fa non appare nello stesso modo di quello applicato su un quadro un mese fa.
Altra tecnica molto utile per capire se il quadro in questione è vero o no, è stabilire l’antichità del telaio del quadro.
Per quest’ultima soluzione è praticamente d’obbligo consultare uno specialista nel campo della pittura, in quanto il privato non dispone dei mezzi e della conoscenza necessaria ad effettuare una analisi a questi livelli.
Un altro metodo molto utile è specializzarsi nello studio della tecnica del pittore o della scuola a cui il pittore appartiene, queste peculiarità artistiche sono praticamente uniche e difficilmente un Pinco Pallino qualsiasi riuscirà a riprodurre con precisione assoluta uno stile appartenente ad un Van Gogh o alla scuola cubista, tanto per fare degli esempi.

Se comunque non ci sentiamo di spendere soldi per una valutazione specialistica, esistono negozi e gallerie d’arte e antiquariato specializzate che forniscono delle stime gratuiti di dipinti antichi, spesso basandosi su una semplice fotografia, metodo usato per una prima analisi e scrematura, alla quale possono poi seguire ulteriori esami specialistici.
Sicuramente lo spendere soldi non è mai una cosa gradita, ma pensate se con una spesa contenuta potreste stabilire se il quadro antico di cui siete in possesso vale qualche migliaio di euro.
Il gioco non varrebbe forse la candela?

 Valutazione dipinti e vendita

Valutazione dipinti e vendita: come si fa e dove si può vendere un quadro al giorno d’oggi, quali sono gli attori più importanti.

Valutare correttamente un dipinto può essere più o meno importante, in funzione delle specifiche esigenze di ognuno di noi. Nel caso in cui, infatti, dovessimo vendere un nostro dipinto o volessimo conoscere il suo valore effettivo – non solo storico, culturale ed artistico, ma anche in soldoni, per essere spiccioli e venali – sicuramente dovremmo fare un discorso diverso rispetto ad una valutazione personale, ovvero per fini totalmente individuali.

Ciò accade perché nel primo caso è importante evitare che l’opera che abbiamo in casa, che abbiamo magari ricevuto in eredità o che ci siamo ritrovati in soffitta, venga valutata nel migliore dei modi ed in maniera che sia più precisa possibile, visto che lo scopo è la vendita di quel quadro. Il che significa che dovremo rivolgerci ad un esperto di valutazione dipinti e pertanto ad una persona che sappia davvero ciò che sta facendo.

Il secondo caso è meno importante, ma è comunque giusto essere a conoscenza del valore di un’opera, anche perché se un giorno dovessimo decidere di venderla potremmo ricavarci sicuramente del denaro, ed è giusto sapere più o meno quanto si andrà a ricavare.

Ma ammesso che decidessimo di vendere il nostro quadro, quale sarebbe il luogo più adatto, ovvero dove si dovrebbe portare per essere venduto? Esistono delle gallerie o delle mostre in cui è possibile mettere in vendita un proprio dipinto?

La risposta è sì. Infatti, per vendere un quadro al giorno d’oggi esistono diversi luoghi appositi: tra i più importanti ricordiamo le case d’asta e le gallerie d’arte. Il secondo caso sembra essere il più semplice, visto che le gallerie d’arte sono facilmente raggiungibili e che l’acquisto avviene in maniera sostanzialmente diretta: qui, inoltre, è anche facile trovare appassionati che potrebbero in maniera semplice ed immediata mostrare interesse per quel dipinto. Il secondo caso è un po’ diverso, ed è quello he riguarda e fa riferimento ad un mercato secondario, come possono esserlo le case d’asta Sotheby’s e Christie’s, inglesi ma di grande fama internazionale: in questo caso, infatti, è anche vero che vendere un quadro in una casa d’asta potrebbe far fruttare molti soldi, in quanto il dipinto verrebbe preventivamente valutato in maniera più precisa.

D’altra parte, poi, non dimentichiamo che al giorno d’oggi la presenza di Internet ci aiuta anche in questo campo, e che possiamo facilmente trovare supporto dalla vendita di dipinti anche su siti web come Ebay: qui, però, bisogna prestare la massima attenzione ad evitare truffe ed altri problemi, che potrebbero essere determinati dalla presenza di persone intenzionate a fregare il prossimo. Inoltre, non vi è nessuno in grado di stabilire il valore del dipinto in oggetto, pertanto il quadro andrà direttamente venduto a nostro rischio e pericolo.