Realtà aumentata: il caso Aryel diretto da Mattia Salvi

Sono numerose le tecnologie che fino a qualche anno fa sembravano accessibili solo a grandi aziende con grandi budget e che oggi entrano a far parte del modello di business di sempre più PMI e piccole aziende.

La diffusione a macchia d’olio di una tecnologia, secondo la teoria economica, permette di modernizzare interi settori produttivi, partendo prima dai giganti fino ad arrivare ai più piccoli.

Sicuramente negli ultimi anni si è vista l’espansione in tutte le salse della realtà aumentata, una tecnologia capace di far visualizzare qualcosa di non esistente “fisicamente”. Tutto ciò è reso possibile “semplicemente” attraverso la fotocamera del proprio telefono, capace di mostrare informazioni e animazioni virtuali come se fossero “dal vivo”.

Una tecnologia che aiuterà sicuramente le PMI italiane nel proprio sviluppo, permettendo di materializzare tutto ciò che risulta immaginabile, fornendo così qualcosa di tangibile ad ipotetici clienti.

Secondo i dati pubblicati da Statista.com, entro il 2023 le persone che utilizzeranno abitualmente la realtà aumentata in tutto il mondo aumenteranno di 2,2 miliardi rispetto ai 200 milioni visti nel 2015. Proprio partendo da questi dati, molte personalità al mondo hanno compreso l’importanza di estendere a più soggetti possibili questa tecnologia. Uno di loro è Mattia Salvi, 24 anni, fondatore di Aryel, una piattaforma che intende democratizzare la realtà aumentata, permettendo a realtà anche minori di utilizzarla per le proprie attività di marketing.

“Negli anni mi sono spesso scontrato con il fatto che la Realtà Aumentata è stata sempre percepita come grande investimento, inarrivabile per freelance, PMI e agenzie creative,” spiega Salvi. “Con Aryel abbiamo voluto risolvere proprio questo bisogno creando una piattaforma di software “fai-da-te” che con un abbonamento mensile o annuale permette di creare esperienza in AR in pochi semplici clic

Innovazione e tecnologia: dalla passione al lavoro

Aryel è la startup fondata da Mattia a marzo 2020 in piena pandemia che nel giro di poco tempo ha suscitato l’interesse di molte piccole e medie imprese, agenzie e freelance sul territorio nazionale e internazionale che ne hanno riconosciuto il valore e hanno deciso di potenziare le proprie strategie di marketing in ottica AR grazie al supporto di Aryel.

Mattia Salvi

Oggi, il focus primario delle aziende, grandi o piccole che siano, e dei brand è quello di riuscire ad attrarre le nuove generazioni. Per target così dinamici, investire nell’innovazione è fondamentale e tecnologie come la realtà aumentata possono giocare un ruolo chiave soprattutto in termini di attrazione di nuovi target.

Ma effettivamente cosa significa realizzare progetti in realtà aumentata e quali sono le sue potenzialità?

Per rispondere ai quesiti di molti Mattia Salvi, in collaborazione con la casa editrice Dario Flaccovio Editore, ha pubblicato a settembre 2021 un manuale che racconta la nascita e l’evoluzione della realtà aumentata.

Casi studio, statistiche ed esempi non mancano all’interno del libro intitolato “Realtà aumentata per il marketing. Metodi disruptive e phygital experience per unire il mondo fisico e digitale” pensato per tutti coloro che lavorano nel mondo del marketing e vogliono approfondire i concetti di realtà aumentata e WebAR, oltre a scoprire come questa tecnologia cambierà il mondo del marketing e della comunicazione off e online.



Paride Rossi