Prenotare un hotel in Polonia: consigli

redazione

In social up / redazione / Comments

Di recente ho fatto un viaggio in macchina in Polonia. Il mio itinerario, che comprendeva anche due tappe in altri stati, è stato il seguente: Vienna-Bratislava, Cracovia, Czastochowa, Varsavia, Lodz, Torun e Ratisbona (passando per la provincia di Bolzano). Il tutto in circa 15 giorni, in cui ho dovuto ottimizzare risorse e richieste con le abitudini e i bisogni di ogni viaggiatore. Qui alcuni consigli per chi ha scelto di prenotare un hotel in Polonia.

Avete scelto di visitare la Polonia? Io vi consiglio di soggiornare in un hotel. La scelta dipende per prima cosa da che tipo di viaggio fate. Io ho fatto un tour on the road e avevo necessità del parcheggio, se possibile custodito. Non ho scelto tutti alberghi centrali per lo stesso motivo, ma la scelta è stata comunque azzeccata. Se vi muovete in aereo consiglio sicuramente delle sistemazioni in centro storico, potrete vivere le città anche la notte! I mezzi comunque costano poco e spesso sono attivi fino a mezzanotte, ma anche i taxi sono abbordabili, costano molto meno che da noi!
Non sono tipa da ostello anche se cerco di adattarmi. E se dovete prenotare un hotel fatelo comunque tenendo conto della posizione, del grado di ricchezza della città e del tipo di comodità che cercate. Ho trovato molta discordanza tra le varie classi, in base soprattutto alle città. Lodz è molto povera e troverete hotel meno funzionali. Meglio scegliere una qualità superiore. Torun è un piccolo paesino medievale e anche un tre stelle va bene, perché è molto vicina agli standard europei. Varsavia è la capitale, trovate un po’ di tutto e pensare a un centro è difficile, a meno che non consideriate centro la Città Vecchia (che non è proprio centro!). A Cracovia meglio stare su una categoria altina, i 4 stelle corrispondono ai normali 3 stelle scarsi italiani. A Czestochowa andate abbastanza sul sicuro anche con un hotel di categoria inferiore. Non c’è quasi nulla, a parte il Santuario della Madonna Nera, visitato da molti turisti ma soprattutto da fedeli polacchi. L’Ibis era basic ma pulitissimo e silenzioso, a cui avrei dato sicuramente 3 stelle e non 2 (rispetto ad esempio all’Ibis di Zurigo che è pessimo in confonto!).
A Breslavia vale la pena dormire in un bell’hotel. Prima di tutto perché Breslavia è una chicca. Bellissima, romanticissima, ha un che di Varsavia e un che di Cracovia. Una zona pedonale molto grande con edifici coloratissimi e una zona immersa nel verde, silenziosissima e rilassante. Se volete andare in Polonia e non sapete dove e volete trascorrere un weekend molto romantico, io vi consiglio questa città. Più piccolina e delicata.

Quindi riassumendo, meglio scegliere un hotel di categoria superiore per i seguenti motivi:

1- i 4 stelle loro corrispondono all’incirca ai nostri 3 stelle (anche se dipende molto dalla città);
2- il cibo negli hotel riflette la condizione dell’hotel. Un buon 4 stelle avrà anche una buona colazione;
3- spendete poco, con lo stesso costo (o quasi) di un ostello in Italia, potrete prenotare un buon 4 stelle in Polonia;
4- spesso gli hotel di categoria superiore sono strategici. Hanno sempre il parcheggio custodito e sicuro, ma sono anche vicini ai mezzi per andare in città o se soggiornate in centro avrete servizi aggiuntivi;
5- sarà più facile comunicare. Il personale parlerà sicuramente un inglese corretto, forse migliore del vostro! Non sempre infatti, negli hotel polacchi, il personale parla inglese…
6- potrete prenotare escursioni o visite guidate direttamente dall’hotel, cosa che in categorie inferiori non potrete fare. E a volte sarà una salvezza!
7- spesso questi hotel possiedono un loro ristorante. A volte può essere utile se tornate stanchi dalle vostre scarpinate o non avete idea di dove mangiare. Scegliere un ristorante a caso in Polonia potrebbe rivelarsi una scelta sbagliata.