Perché scegliere di allenarsi a casa

A causa degli impegni lavorativi e familiari, che non consentono di dedicare tanto tempo a se stessi, diventa sempre più difficile pensare a iscriversi in palestra e quindi a praticare sport costantemente, per trarne vari benefici.

Ecco perché sempre più italiani fanno riferimento agli allenamenti a casa, per non rinunciare al benessere fisico, ritagliandosi un attimo tra le mura domestiche. Ma perché questo diventa un vantaggio a 360° e come possiamo eseguire i giusti esercizi come in palestra?

Vediamolo insieme.

I benefici dell’allenamento

Se intendiamo seguire un corso programmato, può accadere che l’orario non collimi con il nostro momento libero, per cui dovremo affrettarci a raggiungere la palestra, aggiungendo stress a quello che abbiamo già di base.

Pensando anche a questo, scegliere l’home fitness consente di selezionare l’orario desiderato senza correre il rischio di angosciarsi perché ci si deve sbrigare a raggiungere il luogo in cui dovremo eseguire gli esercizi.

Unire una dieta sana a del movimento costante è la soluzione giusta se si vogliono contrastare rischi come l’obesità, le malattie cardiache, il diabete, mantenere le ossa e i muscoli in buone condizioni e stare bene anche sotto il punto di vista psicologico.

Per questa ragione è bene vedere l’attività fisica come un mezzo per regolare lo stress, il sonno e per gestire meglio tutte le pressioni che, quotidianamente, ci vengono da famiglia e lavoro. 

Come cominciare ad allenarsi a casa

Come per ogni cosa, anche per l’allenamento a casa è necessario perseguire tutto con criterio, per evitare incidenti come gli strappi muscolari, che ci costringerebbero a stare fermi un bel po’ a lungo.

Prima di tutto è quindi necessario informarsi su come eseguire gli esercizi che si intende usare per il proprio allenamento: non avendo un personal trainer che ci segua, è infatti bene leggere sull’argomento e cercare un aiuto, come i tutorial online eseguiti da professionisti.

Ma, a monte, è opportuno parlare con il nostro medico, che ci consiglierà tutti i tipi di attività che possiamo eseguire per la nostra situazione.

Mai saltare la fase di stretching, prima e dopo l’allenamento, in quanto si tratta di un passaggio fondamentale per evitare strappi e dolori. Eseguire il riscaldamento nella maniera corretta è molto importante anche perché si stimola la produzione del liquido sinoviale nelle capsule articolari, favorendo proprio la lubrificazione e quindi riducendo il rischio di traumi. 

Dedicate a questa fase almeno una decina di minuti, suddividendola in:

  • Riscaldamento globale: quindi optate per corsa sul posto, se non avete attrezzi, oppure, in caso contrario usate la cyclette o il tapis roulant (ecco alcuni dei modelli più interessanti e convenienti del web).
  • Riscaldamento specifico: viene eseguito con gli esercizi simili a quelli che andremo a praticare facendo attività sportiva. 

Anche lo stretching è molto importante e deve essere costantemente praticato, per almeno 10 minuti. Eseguite gli esercizi con calma, prestando attenzione a ogni singolo movimento: cercate di allungare il più possibile i muscoli, mantenendo le posizioni per circa un minuto. 

Alternare l’attività aerobica alla tonificazione

Se volete dimagrire e anche tonificare il corpo, è bene che dedichiate circa una mezz’ora all’attività aerobica, con il salto alla corda, la cyclette e la corsetta sul posto. Per raggiungere i nostri obiettivi dobbiamo essere molto costanti e prestare attenzione a eseguire correttamente gli esercizi.

Per questa ragione è consigliabile dedicarsi al workout in alcuni giorni e all’attività aerobica in altri. 

Allenarsi a casa: quali sono i rischi?

Naturalmente, se siete alle prime armi potreste commettere diversi errori e farvi anche male: potreste eseguire i movimenti in maniera scorretta, andando incontro a traumi e infortuni. Questo può accadere soprattutto a mano a mano che l’allenamento diventa sempre più intenso e che gli esercizi da eseguire sono più complicati ed elaborati.

A parte il dover prestare attenzione, è opportuno anche sottoscrivere un’assicurazione sanitaria che copra gli infortuni e che quindi garantisca una buona assistenza, con fisioterapisti qualificati e specializzati. 

Il costo annuale di soluzioni simili non impatta molto sul budget familiare, anche perché corrisponde a una sola seduta specialistica, in termini di costo. Meglio quindi tutelarsi in anticipo davanti a situazioni alle quali non sapremmo come porre rimedio o che verrebbero a costarci una fortuna. 



redazione