principi scapoli
principi scapoli

L’udienza di Meghan e il suo ritorno a Londra slittano di un anno

Il rapporto della famiglia reale inglese con i giornali è stato sempre conflittuale. La Regina sempre schiva e ritirata non ha mai dato adito a gossip lo stesso non possiamo dire del figlio Carlo a cui l’obbiettivo della macchina fotografica è sempre piaciuto. 

L’ultima battaglia legale vede coinvolta la duchessa Meghan contro il Daily Mail e il Mail on Sunday citati in giudizio per aver pubblicato stralci della lettera privata spedita a papà Thomas nell’agosto 2018. La duchessa non ha preso bene questa intromissione nella sua vita privata intentando una causa che fin dalle prime battute si dimostra lunga e non priva di colpi di scena.

E’ infatti notizia dell’ultima ora il rinvio ad Ottobre 2021 della prima udienza prevista presso l’Alta Corte di Londra lunedì 11 gennaio. Ma colpo di scena gli avvocati di Meghan hanno presentato richiesta formale di rinvio, le motivazioni risultano top secret, la quale cosa ha scatenato la curiosità dei media. Sarà incinta? Paura del covid o della collera della regina? 

L’ipotesi più plausibile è la necessità di ridefinire bene la linea di accusa della Markle vista la prossima pubblicazione del libro “Finding Freedom” e la concessione da parte dell’Alta Corte londinese ad includere gli stralci del libro nella difesa dei due tabloid. Il libro si presenta come la sola verità sull’abbandono dei duchi dalla famiglia reale, tracciando un profilo chiaro dei due protagonisti. 

L’avvocato che difende Meghan ha precisato nell’udienza preliminare che i due coniugi reali non hanno collaborato con la stesura di questo libro, tanto da non rilasciare interviste ne dichiarazioni. Gli estratti della lettera che compaiono nella biografia provengono dagli articoli dei giornali accusati. Tuttavia i legali di Associated Newspapers ritengono che durante il processo la presenza di quegli stralci di lettera nella biografia giocheranno un ruolo importante nella loro difesa. L’accettazione dell’Alta corte di Londra di questi documenti ha messo gli avvocati della duchessa nella condizione di dover prendere tempo per studiare l’attacco letale. 

La ferocia con cui si tabloid britannici si scagliano contro i membri della famiglia reale è nota a tutti, non dimentichiamo la morte di Lady Diana e l’intromissione nella sua vita privata fin dal fidanzamento con il Principe Carlo.

Si preannuncia una battaglia all’ultimo sangue, senza esclusioni di colpi.



Claudia Ruiz