Paranormale in Sicilia – Le misteriose presenze nella Villa Caboto

In #Travel by Fulvio MammanaLeave a Comment

La Sicilia, terra di profumi, di bellezze storiche e paesaggistiche ma anche luogo ricco di posti affascinanti ed ambigui, avvolti da un alone di inquietudine e di mistero.

Nella elegante cittadina marittima di Mondello, vicino Palermo, esiste una villa ai molti sconosciuta ma famosa tra gli abitanti per essere infestata da fantasmi e strane presenze. Si tratta di Villa Caboto, una dimora in stile Liberty da anni abbandonata e che negli ultimi tempi è stata riscoperta dagli amanti del paranormale per via delle numerose apparizioni di cui molti visitatori giurano di essere stati diretti testimoni.

2480080105_d598d48786_b

Villa Caboto (foto di Ivan Parisi)

Villa Caboto fu costruita negli anni ’40 e abitata per circa quarant’anni per poi essere definitivamente abbandonata senza un’apparente ragione. Da allora si sono susseguiti numerosi racconti di persone aggredite all’interno dei locali da misteriose presenze, luci che si accendevano da sole e suoni inquietanti provenienti dalla villa apparentemente disabitata. Le varie famiglie che hanno, in passato, abitato la casa, hanno deciso di abbandonarla dopo breve tempo e da allora la villa è rimasta disabitata nonostante un prezzo di vendita di tutto rispetto (così tutti dicono a Mondello nonostante nessuno conosca il vero valore dell’immobile!).

2883138814_d1c9ff90b4_b

Un dettaglio della Villa

Secondo le varie versioni raccontate, le presenze oscure sarebbero derivate dagli spiriti di alcuni soldati tedeschi uccisi in un attacco alleato, durante la Seconda Guerra Mondiale, mentre erano in compagnia di alcune prostitute. Infatti, in base alla versione di questa storia, la villa sarebbe stata una casa di appuntamenti. Esiste anche un’altra variante della stessa, nella quale sarebbero stati i tedeschi, ubriachi, ad uccidersi da soli a seguito di una rissa degenerata.

Secondo altri racconti, invece, il fantasma sarebbe quello di una giovane fanciulla uccisa dal padre perché colta in flagrante con il proprio amante. Da quel giorno lo spirito della ragazza si aggirerebbe per i locali abbandonati della villa in cerca di vendetta.

Infine esiste una terza versione relativa all’origine paranormale dell’edificio. Questa interpretazione riprende in parte la prima, però la villa sarebbe stata non una casa di appuntamenti ma un quartier generale delle forze tedesche dove si tenevano segregati numerosi prigionieri che venivano sistematicamente torturati ed uccisi.

Ad oggi non ci è dato sapere quale delle storie raccontate sia quella vera o se una qualsiasi di queste sia mai realmente accaduta, ma come tutte le leggende contribuiscono a donare quell’alone di fascino e mistero che rende Villa Caboto un luogo così speciale.

Ti è piaciuto questo articolo? Metti mi piace a Social Up!

About the Author
Fulvio Mammana

Fulvio Mammana

Numerose le sue passioni che variano dalla politica, alla tecnologia, spaziando nella lettura e nel giornalismo. Di mente vivace ha fatto dell’impegno e della professionalità un suo modo d’essere per offrire al meglio le proprie competenze lavorative ed umane a chi lo richiede......pagando......

Loading...