Palermo-City Football Group, scenari di un futuro già visto

La City Football Group è interessata all’acquisizione del Palermo. Tutto vero, tutto confermato, anche se l’offerta concreta non è ancora arrivata. Ma cos’è la CFG? Molto semplice, è la stessa società che gestisce il Manchester City, quella capitanata (sponda City) dallo sceicco Mansour. Il progetto della CFG ha radici piazzate nel tempo, puntando “a espandersi nel mondo”, come descritto anni fa dal Guardian. Ma cosa vuol dire?

Tutte le squadre del mondo CFG

La City Football Group guarda con attenzione al Palermo. Ma cosa vuol dire tutto ciò per un tifoso rossonero? Andiamo con ordine. Come detto in precedenza, la CFG non è altro che un grande insieme, contenente moltissime squadre in giro per il mondo. Su tutte, ovviamente, il Manchester City di Pep Guardiola. Con la società capitanata da Mansour, il City è diventata una delle corazzate a livello mondiale, capace di competere sotto ogni punto di vista, dominando da anni il calciomercato mondiale. Se la CFC dovesse realmente concludere l’operazione Palermo, accadrà la stessa cosa? Assolutamente no. La realtà infatti, è ben diversa da come potrebbe apparire in un primo momento.

Per capire meglio la situazione, occorre spingerci un po’ più in là, al di fuori dell’Italia. Questo gruppo, ricchissimo, ha da sempre il chiaro obiettivo di  “espandersi del mondo”. Negli anni, tutto ciò è ben presto diventato reale. Ad oggi, sono molte le squadre sotto il CFG. Quali? Una delle più famose fa parte del panorama USA, tra le prime a entrare nella ragnatela del gruppo: parliamo del New York City. In Australia invece, ecco il Melbourne City. Gruppo che è arrivato anche in Giappone, acquisendo il club Yokohama Marinos, ma non abbiamo ancora finito. Uruguay (Montevideo City), Cina, India, Belgio. Per ultimi, anche Troyes in Francia e Girona in Spagna. Nessuno di questi club è diventato il nuovo Manchester City, nessuno di questi club ha l’obiettivo di esserlo probabilmente. Ma allora quali sono i vantaggi di entrare a far parte del mondo CFG? La crescita è assicurata, in una visione più grande e globale del calcio.

Il modello CFG: talenti e infrastrutture

La City Football Group, punta all’acquisizione di tantissimi club in giro per il mondo, con l’obiettivo di scoprire talenti e rinnovarsi in continuazione. Il “padre” o meglio, la “base” di tutto è sempre il Manchester City, che amplia il proprio raggio di azione. Dunque, quali sarebbero i benefici che avrebbe il Palermo da questo eventuale cambio societario?

Una società sotto la guida CFG è destinata senza dubbio a crescere, a sperimentare nuovi orizzonti. Possiamo immaginare un percorso centrato sui giovani, magari (come accaduto in altre squadre del fondo) potrebbero arrivare talenti in prestito. Il fondo, punterebbe con ogni probabilità a migliorare sensibilmente le infrastrutture a disposizione del club, creando anche un focalizzato settore femminile. In poche parole, il Palermo – nel caso in cui finisse sotto la guida CFG – con ogni probabilità non diventerà il nuovo Manchester City, ma sarebbe destinata a tornare una grande realtà del calcio italiano. Non con campagne acquisti faraoniche, neanche con allenatori alla Pep Guardiola, ma con idee e basi importanti su cui coltivare una nuova generazioni di talenti. La City Football Group acquisterà il Palermo? Non lo sappiamo, ma la curiosità di vederli all’opera è già tanta. Sono attese novità importanti durante le prossime settimane, Palermo sogna. Ma bisogna ribadirlo, il Manchester City è uno e, con ogni probabilità, uno resterà.   



Marco Cavallaro