Oscar 2016: tutti i protagonisti della notte più magica dell’anno

Di Simona Bartolini per Social Up!

La notte magica, tanto attesa è finalmente arrivata anche nei salotti di noi italiani. Il Dolby Theatre di Los Angeles ha accolto tutte le star del cinema americano e non, per premiare i migliori nei vari settori.

Le star erano tutte raggianti ma chi ha colpito maggiormente sul red carpet è stata la bellezza semplice e tenera di Alicia Vikander (vincitrice della categoria miglior attrice non protagonista per “The Danish Girl”) e quella di Jennifer Lawrence (candidata come miglior attrice protagonista per “Joy”).


Per gli uomini, grande attesa per il tanto desiderato Leonardo Di Caprio, che nel red carpet, ha posato insieme all’amica di sempre Kate Winslet (candidata come attrice non protagonista nel film “Steve Jobs”).

L’attore è apparso raggiante, con un sorriso smagliante che nascondeva la grande emozione per la sua quinta candidatura come miglior attore protagonista per il film “The Revenant“.

La cerimonia, presieduta da Chris Rock è iniziata verso le 2.30 AM (ora italiana), tra battute e sorrisi ma l’emozione e la voglia di scoprire i vincitori inondava il teatro e le nostre case.

Le premiazioni vere e proprie sono cominciate con gli Oscar alla miglior sceneggiatura originale e non originale: per la prima categoria il premio è andato a “Il caso Spotlight” storia di un gruppo di giornalisti determinati a denunciare gli abusi subiti dai bambini da parte dei preti di Boston. Per la seconda categoria ad aggiudicarsi la statuetta è stato “La grande scommessa“, dedicato alla crisi finanziaria del 2008.

Si passa poi a premiare gli attori.

Il premio alla miglior attrice non protagonista se lo è aggiudicato Alicia Vikander per “The Danish Girl”, dove ha ammaliato tutti con la sua impeccabile e struggente interpretazione.

Per l’attore non protagonista la statuetta non è andata nelle mani di Sylvester Stallone come tutti credevano ma a Mark Rylance per “Il ponte delle spie” diretto da Steven Spielberg.

La vera rivelazione della serata è stata Brie Larson, vincitrice del premio miglior attrice protagonista per il film “Room”.

Il record di premi lo ha vinto “Mad Max“, considerato il film più vincente di questi Oscar 2016, mentre grandi successi ha riscosso anche “Son of Saul” vincendo l’Oscar come miglior film straniero (ungherese).

Verso la fine della cerimonia sono stati annunciati i due premi più importanti: quello per la miglior regia e quello per il miglior film.

Il primo è andato, come molti si aspettavano, ad Alejandro Innaritu, regista messicano di “The Revenant”, considerato come uno dei registi più amati dall’Academy.

Il premio al miglior film è invece andato a “Il caso Spotlight” di Tom McCarthy.

Ma l’Oscar più atteso era sicuramente quello al miglior attore protagonista.

Finalmente l’amatissimo Jack di Titanic ce l’ha fatta (dopo ben 5 candidature) ad ottenere la statuetta più ambita dagli attori hollywoodiani. Una standing ovation ha accolto Leo sul palco per ritirare il premio.

Con un sorriso smagliante e gli occhi lucidi dall’emozione Di Caprio ha convinto tutti con un intenso discorso ricordando l’importanza della lotta al cambiamento climatico e ha invitato a non dare per scontato il nostro pianeta.

Altro momento indimenticabile, soprattutto per l’Italia, è stata la premiazioni di Ennio Morricone, vincitore per la colonna sonora di “The hateful eight” di Tarantino.

Il maestro, commosso, ha dedicato la vittoria alla moglie Maria che lo ha accompagnato nel viaggio da Roma a Los Angeles e che lo ha sempre supportato.

Conclusa la cerimonia, i festeggiamenti sono continuati con l’Oscar Party organizzato da Vanity Fair dove le celebrity si sono godute i loro meritati premi con gli amici e i colleghi.



redazione