OLO: come trasformare uno smartphone in una Stampante 3D

In #Shareit, TECH by Silvia D'AmicoLeave a Comment

E’ italiana, è compatta e, soprattutto, è innovativa. Stiamo parlando di OLO, la prima stampante 3D portatile e, novità assoluta, controllabile da smartphone. Un progetto tutto italiano finanziato attraverso una campagna di Kickstarter chiusasi con  2.321.811 $ raccolti e 16,180 finanziatori, ben oltre gli 80.000 $ che gli ideatori, Pietro Gabriele e Filippo Moroni, si erano prefissi di raggiungere!

Le stampanti 3D sono sempre più presenti nella nostra vita, hanno impieghi sempre maggiori e si propongono quali valida soluzione per molti dei problemi del nostro tempo con applicazioni straordinarie, come gli speciali ausili per bambini con disabilità di cui vi abbiamo parlato qualche tempo fa. Grazie al progetto realizzato da Solido3D, digital factory con base a Roma, da oggi saranno a tutti gli effetti anche una tecnologia tascabile.

Olo, la stampante 3D smart

OLO è decisamente diversa dalle voluminose stampanti 3D che siamo abituati a vedere.
Si tratta di un prodotto compatto, di complessità minima: in tutto la stampante si compone di 7 pezzi più un piccolo motore, in grado di stampare oggetti di dimensioni esigue, 7,6 x 12,7 x 5 cm, sfruttando diversi tipi di resina e diversi colori. Proprio le ridotte dimensioni del prodotto finale, tuttavia, fanno la sua forza. Esse consentono l’utilizzo di uno smartphone per la progettazione ed il controllo della stampante, tutto mediante una semplice App disponibile per iOS, Android e Windows Phone. La componente elettronica, quindi, verrà fornita dallo smartphone dell’utente finale e l’alimentazione sarà garantita da una batteria integrata.

Non riuscite proprio ad immaginare come funzioni? Vediamolo in breve.
La stampante, a vederla, non è più di una scatola colorata in materiale plastico. Aprendola, troverete una sorta di vaschetta in cui è possibile colare le resine OLO, necessarie alla stampa. Sul fondo, trasparente per consentire il passaggio della luce, è possibile sistemare il proprio smartphone dopo aver avviato il processo di stampa attraverso l’apposita App.
Sarà proprio la luce emessa dal display del vostro dispositivo, secondo le indicazioni impartite dall’app, a solidificare i vari strati di resina al momento opportuno e dare via via forma all’oggetto desiderato. L’intero processo dura qualche ora, tutto dipende dalla complessità del vostro progetto, durante il quale è indispensabile la presenza dello smartphone. Questa meraviglia avrà il costo approssimativo di 99$.

Vi lasciamo con un video introduttivo che vi guiderà attraverso le infinite possibilità di OLO.