Noir in Festival 30 edizione: dal 7 al 13 marzo su My Movies

Con preapertura il 7 marzo ha il via il Noir in Festival 30 edizione, ospitato su My movies e sui canali social della rassegna (Facebook e you tube). L’accesso è gratuito sulla piattaforma My Movies, per tutti coloro che volessero immergersi nelle tinte noir di film e serie tv di genere, italiane e internazionali, fino al 13 marzo.

In apertura (giorno 7 marzo) verranno proiettati i film che partecipano al Premio Caligari 30 edizione, dedicato allo scomparso regista Claudio Caligari (Amore tossico, Non essere cattivo). Vi partecipano sei film italiani  del 2020 che rappresentano ciascuno una sfumatura e una particolare declinazione del genere noir (L’immortale di Marco d’Amore, Favolacce dei Fratelli d’Innocenzo, Villetta con ospiti di Ivano De Matteo, The Shift di Alessandro Tonda, Il buco in testa di Alessandro Capuano e il Talento del calabrone di Giacomo Cimini.

Presiede la Giuria, composta anche da appassionati di cinema e da studenti dello IULM, il regista Claudio Giovannesi (La paranza dei bambini).

Tra i film in concorso al Premio Caligari, che noi di Social Up abbiamo potuto vedere in anteprima, in quanto membri della Giuria, abbiamo apprezzato soprattutto The Shift di Alessandro Tonda, una sorprendente opera prima di produzione italo belga, di un giovane regista italiano con già molta esperienza alle spalle.

Di chiaro stampo internazionale la regia di Alessandro Tonda colpisce per la maturità, l’equilibrio e la grande capacità di mantenere alta la tensione per tutta la durata della pellicola, senza sacrificare l’empatia, né banalizzare il tema affrontato: quello del terrorismo, rappresentato nel film con toni asciutti, verosimili e per questo di forte impatto.

Review: The Shift - Cineuropa

Ambientato a Bruxelles, The shift parte da una dirompente e a dir poco virtuosa sequenza iniziale (una “catena” di inquadrature in soggettiva) che descrive con forza il panico onnipresente di alcuni studenti vittime dell’attentato e dell’esplosione di una bomba, provocata da un ragazzo terrorista che si fa esplodere.

Non è che l’incipit per l’ingresso in scena dei protagonisti: dei paramedici, chiamati sul luogo per l’emergenza,  i quali soccorrono un giovane ragazzo, ignorando che quest’ultimo sia il secondo terrorista al quale non è riuscito di far esplodere il proprio ordigno.

E’ così che con un acuto paradosso, abilmente creato dalla sceneggiatura, l’ambulanza, che dovrebbe soccorrere, si tramuta in una possibile mina vagante che si muove per la città, pronta ad esplodere da un momento all’altro.  La giovane paramedica Isabelle (Clotilde Hesme) che ha soccorso il ragazzo si ritrova suo malgrado a fare da mediatrice, per dissuaderlo dal fare esplodere la bomba…

Con uno stile straordinariamente teso,  che ricorda per certi aspetti la regia iper dinamica, ma al contempo verosimile di Paul Greengrass (con riferimento soprattutto a 22 luglio, Greenzone e Captain Philips), Alessandro Tonda ci fa immergere nel terrore, facendo avvertire allo spettatore una palpabile insicurezza legata al fenomeno terroristico descritto; al contempo non commette l’errore di spettacolarizzare o di sfruttare il tema solo per un intrattenimento filmico.

The Shift - Film (2020)

Da buon thriller, The shift, pur mantenendo ritmi serrati, fa intuire cosa significhi essere le vittime di un terrorista, ma si mette anche dal punto di vista del terrorista stesso, riuscendo con equilibrio scenico a far comprendere cosa possa rappresentare per un giovane adolescente, che si senta incompreso o sottovalutato, la prospettiva di diventare a suo modo, in un ottica totalmente falsata dall’ indottrinamento,  “grande”, compiendo un massacro.

Tra gli altri appuntamenti del Noir in Festival 30 edizione (qui il programma completo) la retrospettiva dedicata a Lucio Fulci, regista cult, con proiezione su My movies di cinque dei suoi film (con proiezioni distribuite nelle giornate del festival). Introduzione curata da Federico Frusciante (critico) e Giorgio Gosetti (docente IULM).

Da non perdere i Talks sul cinema come quello con il regista giapponese Kurosawa Kiyoshi, intervistato da Raffaele Meale (10 marzo alle 17:00) e quello con Camilla Läckberg, scrittrice, ospite al festival per presentare la serie da lei creata Hammarvik (in onda su laF, Sky 135) con Ilaria Ravarino (9 marzo ore 17:00).

Da seguire poi i film iscritti al Concorso Noir in festival (internazionale), con in gara film stranieri (non italiani) di genere noir. Qui l’elenco e le date di proiezione.



Francesco Bellia