Mercato second hand: dove andare e cosa comprare a Roma

Se un tempo venivano snobbati oggi ci fanno shopping le persone comuni tanto quanto influencer e star. Stiamo parlando delle bancarelle dell’usato, una parte di ogni comune mercato dove per pochi centesimi a volte si nasconde un affare. 

Dopo la pandemia su tiktok e su Instagram hanno spopolato i video delle ragazze che facevano haul dei mercatini second hand. Complice il periodo, l’effettivo costo irrisorio dei capi e il fatto che si potessero trovare delle vere e proprie chicche questi video hanno spopolato. 

Eh si, perchè fra i banchi del mercato non si trovano solo capi di fast second hand ma anche firmati per un massimo di 3 euro. Ora però vediamo quali sono i mercati più famosi (e appetitosi). Pronti per lo screen? 

In zona Roma troviamo: 

Porta portese 

Un mercato domenicale che apre alle 6 e chiude alle 14.00. Si sviluppa per circa due km e nasce nel dopoguerra. Con il susseguirsi delle generazioni di ambulanti, si sono aggiunti anche i flussi di immigrati rendendo Porta Portese uno dei mercati più famosi in Italia e in Europa per la sua multi-etnicità e per la possibilità di trovare gli oggetti più impensabili. Occhio alle fregature però: questo è un mercatino dell’usato per esperti! 

Borghetto Flaminio

È organizzato alla domenica nelle date del 10 e del 19 di ogni mese. È anche uno dei pochissimi mercati a pagamento. Per la modica cifra però di 1.60 euro si possono trovare delle chicche. 

Mercato del Caravaggio 

Vicino alla vecchia Fiera di Roma, in un parcheggio affacciato su via Cristoforo Colombo, ogni lunedì e venerdì mattina si tiene un mercatino che prima si trovava nella retrostante piazza del Caravaggio. In questo mercato second hand possiamo trovare ben tre bancarelle che vendono scarpe firmate per circa 30 euro e una dedicata al marchio Guess con capi fino a 45 euro. Per quanto riguarda l’abbigliamento … beh ovviamente nessuna bancarella ha i capi divisi per taglia quindi bisognerà improvvisare. 

Mercato dello Stadio Flaminio 

Si svolge ogni martedì in piazza Ankara ed è ormai diventato uno dei punti di riferimento per chi vive al Parioli e chi transita nelle vie adiacenti. 

Mercato del villaggio olimpico 

Esiste dalla fine degli anni 80 ed è popolato dalle signore di Roma nord che vengono alla ricerca di di capi firmati a poco prezzo, di scarpe e di abbigliamento di seconda mano. Per l’usato i punti di riferimento storici del mercato sono Beppe e Caterina. La famiglia di Beppe ha ben tre banchi di abiti di seconda mano.  Potete riconoscerlo dal cartello Tommaso (dal nome di uno dei figli).  Caterina invece ha un banco di abiti tirolesi e da cerimonia. 

Mercato Sant’Egidio (Via porto fluviale)

Questo è uno dei mercati più particolari essendo vintage e solidale, oltre che di seconda mano.  La sua particolarità è che tutte le cose esposte, dai mobili agli abiti, dai giocattoli alla bigiotteria, sono state donate alla Comunità di Sant’Egidio.

Mercato Monte Mario 

È un mercato domenicale vicino alla omonima stazione dei treni. Rispetto a Porta Portese ci sono meno banchi ed è specializzato in tessuti ed arredo per la casa. 



Rebecca Bertolasi