Mangiamo insieme, ognuno a casa sua: Trattoria La Quarantena

L’emergenza Covid-19 ha travolto e stravolto le nostre vite. Come ben sapete tutta Italia è zona rossa e per tutelare la nostra salute ogni forma di aggregazione è assolutamente vietata. Ma come fare per non impazzire?

L’epidemia mina infatti quello che per noi italiani è un valore essenziale: lo stare insieme. Anzi lo stare insieme mangiando. Per nostra fortuna però viviamo nel periodo più social di sempre e la fantasia delle persone non ha limiti.

Il profilo Instagram Trattoria La Quarantena nasce proprio con l’intento di unire metaforicamente tutti intorno a un’immaginaria e gigantesca tavola. La pagina è stata aperta solo da qualche giorno e già in molti hanno aderito all’iniziativa.

 

Chiunque lo desideri, può inviare in direct o via mail delle fotografie che verranno poi pubblicate sulla pagina della trattoria. La regola de seguire è solo una: mandare tre foto, una di profilo mentre si gusta un prelibato boccone, l’altra della pietanza e un’ultima per il dietro le quinte.

Al motto di Continuiamo a mangiare insieme, anche se virtualmente, molti sono gli utenti che hanno deciso di collaborare mandando le proprie fotografie. Così sul profilo si può fare un tour culinario tra ricette di ogni regione, preparate da studenti fuori sede o dalle abili mani di qualche amorevole mamma. C’è chi addirittura partecipa da Bruxelles osteggiando con orgoglio la sua  quiche  lorraine. Qualcun altro invece festeggia il proprio compleanno gustandosi una bella (e credo buona) fetta di torta.

Fondamentali sono soprattutto le descrizioni sotto ai post; qui si forniscono informazioni riguardo il soggetto della foto e il piatto che sta  golosamente gustando. Per esempio, Dario di Catanzaro ha scoperto la vera insalata russa solo grazie alla badante bielorussa di sua nonna che gliel’ha preparata.

Sul profilo si trovano inoltre le storie in evidenza riguardanti il dietro le quinte, ovvero tutti quei tentativi fatti dai vari partecipanti prima di ottenere lo scatto perfetto.

L’idea è quella di creare una community e far passare in un modo originale il tanto tempo da dover trascorrere in casa. Tutto ciò è reso possibile anche dall’uso delle stories. Durante la giornata si fanno delle domande ai followers che in questo modo possono raccontare come stanno passando la quarantena.

Vi è anche l’idea di creare dei rapporti stabili e duraturi: in ogni post vi è infatti il tag del profilo del partecipante. La pagina stessa, scherzosamente, invita a utilizzare la trattoria come opportunità di rimorchio becero.