Madre single e in difficoltà economica costruisce da sola una casa di appena 18 metri quadrati

Nessuno di noi sa mai cosa può nasconderci la vita. Molte cose infatti accadono senza essere state pianificate o pensate. Di fatto, non possiamo sapere cosa ci riserva il futuro. Oggi vogliamo raccontarvi una storia particolare. La storia di Michelle ”MJ” Boyle.

Fino a qualche tempo fa Michelle era costretta a tirar fuori un sacco di soldi per l’affitto di un appartamento a Sherwood (Oregon Stati Uniti). La donna abitava da sola con i suoi due figli, e non possedeva nemmeno uno stipendio molto alto.  Proprio per questo non è mai riuscita a risparmiare abbastanza denaro per costruirsi una casa. Tutto ciò che guadagnava con il proprio lavoro, in una caffetteria se ne andava dritto dritto in bollette, affitto e cibo.

Ma cosa avrebbe potuto fare? La situazione era grave e non poteva rischiare di rimanere senza una casa con due bambini.

Il tempo passava e Michelle continuava con la solita routine, utilizzando quasi completamente lo stipendio per pagare l’affitto di quell’appartamento.

Ma una volta che i figli divennero più grandi e lasciarono il nido, Michelle decise di prendere una grande decisione che la riguardasse. Qualcosa che le cambiò la vita.

Michelle aveva lottato tanto di quel tempo nella vita e, per fortuna, poco a poco era riuscita a mettersi da parte qualcosa. Così con quel piccolo risparmiò iniziò a costruirsi la propria casa.

Questo le avrebbe cambiato la vita in un modo che non avrebbe mai immaginato.

Questo cambiamento non portò solamente a una riduzione drastica delle spese mensili, ma le avrebbe concesso anche di iniziare a risparmiare qualcosa per la pensione.

Ma com’è riuscita in questo?

Per prima cosa ha iniziato a seguire con interesse il movimento delle mini-case. All’interno di questo gruppo le persone costruiscono le proprie case per vivere un esistenza semplice e spartana.

Ha fatto tutto da sola

”Costruire qualcosa con le proprie mani è l’esperienza più gratificante che possa mai esistere” Queste sono state le sue parole durante un’intervista All’Oregon Live.

”Nel mio caso non ho solo costruito la casa, ma l’ho anche disegnata e dipinta”


Tutto in stile ’40 e ’50

”Tutti i miei utensili sono a metà degli anni 40 e l’inizio degli anni ’50. Mi ci sono voluti due anni per raccogliere tutti gli oggetti  e per arredare questo spazio”, afferma Michelle.

Questo è un ottimo esempio di come la vita a volte prende delle strade inaspettate. Michelle non aveva mai pensato di avere una casa da chiamarla sua. Però, un giorno ha deciso di cambiare totalmente la propria vita ed ora abita nella propria casetta.



redazione