Lo strano caso del cane ucciso a Mezzanotte: dal 4 maggio al Teatro Elfo

Dal 4 maggio al 16 maggio va in scena Lo strano caso del cane ucciso a Mezzanotte, in sala Shakespeare. Un importante ritorno, che segna la riapertura del Teatro Elfo Puccini di Milano, dopo la chiusura dovuta alle restrizioni anti-Covid.

Per la regia di Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani, ideato da Simon Stephens e tratto dal romanzo di Mark Haddon, si tratta dello spettacolo più visto nella storia dell’Elfo, da più di 20.000 spettatori, una coproduzione Teatro dell’Elfo e Teatro Stabile di Torino. 

Racconta la storia di Christian, un quindicenne che decide di indagare sulla morte di Wellington, il cane della vicina. Christopher capisce subito di trovarsi davanti a uno di quei misteri che il suo eroe Sherlock Holmes saprebbe risolvere, perciò incomincia a scrivere un libro mettendo insieme gli indizi del caso dal suo punto di vista. E il suo punto di vista è davvero speciale. Perché Christopher ha un disturbo dello spettro autistico che rende complicato il suo rapporto con il mondo. Odia essere toccato, odia il giallo e il marrone, si arrabbia se i mobili di casa vengono spostati, non riesce a interpretare l’espressione del viso degli altri…

Il ragazzo scoprirà chi ha ucciso il cane e molto altro ancora, mettendo a nudo gli egoismi e l’indifferenza degli adulti. E tutto questo avrà il sapore di un grande successo.

In una scena circondata dai disegni animati di Ferdinando Bruni, che sembrano uscire dalla fantasia del protagonista, la storia si dipana a pieno ritmo, sostenuta dalla «bellissima prova del giovane Daniele Fedeli, uno strepitoso Christopher – e di un grande cast trasformista di straordinari attori, ben noti al pubblico dell’Elfo – in uno spettacolo lieve e profondo, altamente empatico».

Un appuntamento che segna il ritorno in sala e apre le porte dell’Elfo al pubblico per permettere agli spettatori di riscoprire l’interazione con gli attori sul palco, dal vivo, sempre nel rispetto delle misure di contingentamento.



Francesco Bellia