Reality Z: la nuova serie tv di Netflix basata sugli zombie

Netflix torna sorprendere con un nuovo capolavoro nel mondo degli horror. Il più grande sito di streaming del pianeta infatti continua ad arricchire la propria proposta di prodotti horror (dopo la serie prequel di The Grudge e dopo Betaal) con contenuti di spessore che possano piacere a tutti gli appassionati del brivido. È stata annunciata infatti la nuova serie dal titolo Reality Z ispirata a Dead Set. Dopo le ultime insoddisfazione degli utenti della piattaforma Netflix, il colosso ha deciso di puntare su nuove produzioni che possono rilanciare la piattaforma anche per quanto riguarda il genere horror che raccoglie milioni di fan in tutto il mondo.

La nuova serie Reality Z è l’ennesimo remake di una serie TV britannica datata 2008 realizzata dal creatore di Black Mirror: Charlie Brooker. Sebbene Dead Set serie che ha ispirato Reality Z fosse solo una miniserie composta da 5 episodi, il remake conta 10 episodi che raccontano le vicende già trattate nel 2008 in salsa brasiliana.

È una serie TV è ambientata a Rio de Janeiro e parla di un reality show molto simile al Grande Fratello: Olimpo. In questo reality show i concorrenti indosseranno le vesti delle divinità greche e il conduttore dello show (un burattinaio che manovra i concorrenti) chiamato Brandao presenta Zeus ovvero colui che vede e sente tutto all’interno del reality show. Nel corso del reality però succede un imprevisto: scoppia un apocalisse zombie che stravolge il programma e che è porta i concorrenti a confrontarsi con un mondo inaspettato fatto di terribili zombie e che non aspettano altro di divorare il loro cervello nonché quello di tutte le persone di Rio de Janeiro.

Secondo alcuni ci sono tutte le premesse per una serie TV davvero interessante e che non banalizzi i soliti concetti espressi nelle serie tv basate sugli zombie: la serie propone idee e temi innovativi che siamo certi mi terranno incollati allo schermo per tutte le 10 puntate la serie propone idee e temi innovativi che siamo certi vi terranno incollati allo schermo per tutte le 10 puntate.

Ebbene il nostro giudizio questa serie si sarebbe potuta svolgere e in un numero decisamente inferiore di episodi, in molti concordano che la serie TV abbia degli aspetti positivi non indifferenti. Uno dei punti forti della serie TV è sicuramente quello legato al make-up degli zombie che li rende terrificanti e particolarmente credibili: è da sottolineare infatti la perfezione di ogni dettaglio del volto e del corpo dei non morti che riescono sin dal primo momento a far venire il volta stomaco.

D’altro canto tuttavia ci sono alcune scene e alcuni spezzoni della serie talmente surreali da sembrare ridicoli e tragico amici, i copioni che gli attori si trovano a recitare alle volte ci lasciano con un punto di domanda E gli attori non rappresentano di certo un cast di primo livello non riuscendo mai o quasi mai a rendere il loro personaggio memorabile, infatti sono troppi i personaggi piatti aliE gli attori non rappresentano di certo un cast di primo livello non riuscendo mai o quasi mai a rendere il loro personaggio memorabile, infatti sono troppi i personaggi privi di chiare specificità.

Ma comunque a vederla ed a raccontarci quali sono le vostre impressioni sull’ultimo lavoro nato dal duo alla regia formato da Torres e Costa.



Andrea Calabrò