Lego Technic Bugatti Chiron: la prima auto costruita con i mattoncini che si guida davvero

In TECH by Giuseppe ForteLeave a Comment

Un bolide fatto di mattoncini: la Bugatti Chiron, la supercar più veloce e performante al mondo, è diventata la prima automobile in scala reale prodotta dalla Lego a scendere direttamente in pista. Potenza, design, prestazioni e metodologia di produzione – di cui vi abbiamo già parlato – sono solo alcune delle caratteristiche che hanno spinto la storica azienda danese a cimentarsi nella realizzazione di questo particolare esemplare.

Presentata all’Autodromo di Monza e tenuta in esposizione in Piazza Gae Aulenti a Milano tra il 6 e il 9 settembre, la Lego Technic Bugatti Chiron possiede tutti gli elementi distintivi della vettura originale prodotta nel 2016 dalla casa automobilistica francese, dal cofano all’alettone mobile. Per giungere al risultato finale sono serviti circa sei mesi di lavoro e un milione di mattoncini Lego in 339 tipi diversi, oltre a duemila motori Lego Technic e più di quattromila ruote dentate; un assemblaggio estremamente complesso che ha coinvolto diversi tecnici ed esperti, nonostante si tratti sempre di un incastro di mattoncini giocattolo. Le prestazioni non saranno certo al pari dell’originale, ma consentiranno alla prima auto firmata Lego a spingersi fino ad una velocità di 30 km/h con una sola persona a bordo e di 20 km/h con due.

[today.it]

La partnership con Bugatti si è rivelata di fondamentale importanza per portare a termine il lavoro. Una volta montata, la vettura ha raggiunto il peso complessivo di circa una tonnellata e mezzo. Il motore che contiene più di ottomila pezzi è in grado di sprigionare una potenza di 5,3 cavalli e una coppia di 92 Nm. Dal punto di vista telaistico e dei dettagli, la Lego Technic Bugatti Chiron è una fedele riproduzione dell’originale; in tutta l’auto sono presenti soltanto due pezzi in acciaio. Tra i particolari costruttivi di maggior interesse rientrano sicuramente gli accorgimenti effettuati dai tecnici per consentire ai mattoncini di sostenere il carico imposto dal peso umano e la scelta di pezzi trasparenti per la fanaleria per simulare in maniera più realistica possibile la sequenza di accensione.

Prima di essere presentata in occasione del Gran Premio d’Italia di Formula 1 in quel di Monza, l’auto è stata testata sul tracciato tedesco di Ehra Lessien, pista in cui già l’originale Bugatti Chiron aveva corso per superare i 400 km/h. A salire a bordo per questo test da record, azionando volante e pedali rigorosamente in Lego, è stato l’ex pilota Andy Wallace, il quale ha dichiarato: “Quando ho visto per la prima volta la Lego Techinc Bugatti Chiron mi ha subito colpito l’eccezionale accuratezza dei dettagli del modello. Da circa 20 metri di distanza non è così scontato che stiate osservando un’auto Lego”.