Le novità musicali: Sick Luke, Adele, Zen Circus, Perseo e…

Le festività natalizie sono ormai alle spalle e abbiamo riposto in cantina lo scatolone con gli ultimi addobbi di Natale. Archiviata Mariah, torniamo a parlare di musica e di novità, le più attese e quelle da tener d’occhio questa settimana.

Tra l uscite più attese di questa seconda settimana di gennaio, c’è sicuramente la collaborazione tra Sick Luke, Sfera Ebbasta e tha Supreme con “Solite Pare”. Il brano è estratto dall’album X2, anticipato dal singolo “La strega del frutteto” con Chiello e Madame.

novità musicali sick luke
Dopo aver lavorato per anni alla produzione di numerosi artisti, finalmente Sick Luke ha deciso di provarci con un suo progetto discografico. All’interno ci sono tutti, ma proprio tutti i protagonisti della nuova scena urban/rap italiana, da Gazzelle a Coez, da Ariete a Izi, Fabri Fibra, Emis Killa, Ghali, Geolier e chi più ne ha, più ne metta.
Il brano, così come l’album, profumano di hit. Solite Pare funziona e non ci aspettavamo di meno. Il testo ci racconta delle paranoie che affollano la testa con domande e non lasciano spazio al godersi l’attimo presente.

Per la scena internazionale e in filone con dubbi e domande, trova sicuramente spazio Adele, che oggi, entra in rotazione radiofonica con il singolo “Oh My God”, tratto dall’album di inediti “30“. Il brano è potente e conferma la rinascita di Adele. A distanza di sei anni, un nuovo regalo, un ennesimo capolavoro della musica. Oh My God è un brano intimo, una presa di coscienza. Adele ha capito che può mettere se stessa al primo posto, ritrovare importanza, ma non senza dubbi e conflitti interiori.

novità musicali adele

Ciò che Adele ha sempre saputo fare, è toccare con la sua potente voce, le corde del cuore e “30” è un viaggio dell’anima. Dal 21 gennaio, inoltre, Adele sarà impegnata della sua residency a Las Vegas, WEEKENDS WITH ADELE, che si terrà al The Colosseum of Caesars Palace Hotel.

Tornando in patria, oggi fa il suo esordio “118”, il nuovo singolo degli Zen Circus con un featuring del tutto inaspettato. La musica incontra il cinema e ad accompagnare il gruppo c’è uno degli attori più noti del cinema italiano, Claudio Santamaria.

“Ho molta stima degli Zen Circus dichiara Claudio Santamaria – mi hanno chiamato per una collaborazione e, avendo io degli ottimi gusti musicali, ho accettato senza pensarci neanche un secondo.”

novità musicali zen circus

118 è un brano dirompente e mette in luce le criticità che riguardano il nostro paese. Una riflessione e una lettura nitida delle difficoltà che esistono nelle periferie e in luoghi dimenticati e sfortunati. Una contrapposizione tra l’alto e il basso che oggi più di ieri è ancora molto forte. 

Altra uscita interessante della settimana è il nuovo brano di Veronica Perseo, cantautrice e vincitrice nel 2019 della prima edizione di Tali e Quali. Il brano si intitola “Ricomincio da me” scritto da Marcello Balestra e Marco Baracchino.

novità musicali perseo

In Ricomincio da me, Veronica racconta la sua storia, un momento di smarrimento e la ricerca di una collocazione nel mondo. Il brano della Perseo sa esattamente quali fili smuovere per toccare gli stati più intimi dell’anima.

Andiamo ora a vedere uno dei lavori che si candida seriamente come uno dei pezzi forti del 2022, anche se siamo solo a gennaio. Stiamo parlando di “Cheap”, nuovo EP di Brunori Sas che richiama, dal titolo e dalla copertina, proprio l’ultimo album del cantautore calabrese uscito nel 2020, “Cip”. “Cheap” è una raccolta di cinque canzoni scritte e registrate nel dicembre del 2021. Per Brunori questo lavoro è una sorta di “divertimento”, ma il risultato è un EP straordinario con pezzi potentissimi.

Brunori Sas non si è risparmiato, e tramite la sua scrittura è stato in grado di dipingere nella maniera più netta possibile la realtà e la storia che ci hanno portato fino a qui, dove il maschilismo imperante e spesso il razzismo hanno fatto da padroni per lunghi tratti della storia italiana. In un lavoro “casalingo”, come lui stesso l’ha definito, Brunori è riuscito a tirare fuori dal cilindro alcuni tra i pezzi che – ne siamo certi – verranno ricordati tra i suoi capolavori.


Con “Cheap” Brunori ha dato ancora una dimostrazione dello straordinario cantautore che è, capace di parlare a noi e di noi con quella ironia che appartiene solo ai più grandi.

 



Benito Dell'Aquila