Lazio-Inter: l’ennesimo big match all’insegna del goal?

Dopo lo spettacolo di Inter-Milan, assisteremo ad una nuova partita di cartello dalla segnatura facile?

Ebbri ed euforici dopo lo spettacolo offerto dall’incredibile derby milanese, che ci ha regalato ben 6 goal ed emozioni pazzesche distribuite su due tempi, siamo pieni di speranza anche per quanto riguarda il big match del prossimo fine settimana tra Lazio ed Inter. Il nostro augurio è che tale partita sia una copia, almeno a livello di segnature, dell’incontro straordinario di domenica sera che ci ha letteralmente obbligati a non distogliere lo sguardo dal televisore di casa. Tenendo presente che chi vincerà tra le due duellanti molto probabilmente escluderà l’altra dalla corsa scudetto, o quantomeno la rallenterà e non poco, crediamo che l’incontro tra biancocelesti e nerazzurri non possa che essere scoppiettante: l’occasione è troppo ghiotta ed importante per decidere di impostare una gara difensiva. Guai solo a pensarlo diremmo noi. Gli scacchi lasciamoli a quei professionisti o amatori a cui piace studiare l’avversario in continuazione; qui c’è in palio lo scudetto! Ovviamente non ci aspettiamo 90 minuti frenetici in cui Inter e Lazio attaccheranno in continuazione, ma neanche un approccio fatto di continue attese: la partita, a nostro avviso, sarà fatta di momenti in cui sarà necessario, per quel team che vorrà davvero trionfare, curare nel dettaglio le due fasi di gioco. Riuscire a scardinare il reparto arretrato della squadra contendente e sapersi ricompattare velocemente quando la stessa tenterà di approfittare di un disimpegno sbagliato o di un errore nel giro-palla potrebbe voler dire 3 pesantissimi punti. Al di là di questa nostra interpretazione, potremo veramente assistere ad un incontro di calcio epico, dove il goal la farà da padrone? Secondo noi sì e di seguito vi spieghiamo il perché di tale certezza.

Goal a grappoli grazie ad attaccanti e centrocampisti di qualità

Lazio-Inter, partita dall’esito piuttosto incerto almeno secondo Marathonbet, sarà un inno allo spettacolo pallonaro. I due fortissimi attacchi, che possono vantare sopraffini interpreti di ruolo come Lukaku, Lautaro, Immobile e Caicedo, saranno supportati da centrocampisti molto tecnici come Eriksen e Luis Alberto, in grado di inserirsi in avanti durante la fase propositiva delle loro rispettive squadre, e tutto ciò favorirà la segnatura facile. Ricordando poi come l’appetito in fatto di goal del Ciro laziale, attualmente capocannoniere della nostra Serie A, risulta quest’anno davvero insaziabile, così come la voglia del belga dell’Inter di continuare ad offrire il suo fondamentale apporto in fatto di assist e realizzazioni, non possiamo che immaginarci risultati finali come 2 a 2, 3 a 2 o 2 a 3. Certo, il loro essere “armi letali” dipenderà da come e quanto spesso gli interpreti delle linee mediane saranno capaci di innescarli: se Barella e Sergej Milinković-Savić tenteranno di verticalizzare immediatamente, evitando pericolosi passaggi in orizzontale, i bomber di Inter e Lazio ci faranno a dir poco sognare. Imitare il tiki-taka stile Barcellona di Guardiola sarebbe piuttosto inutile per entrambi i contenders poiché i due team, che si affronteranno domenica sera allo stadio Olimpico, lasciano spesso i fianchi scoperti e dunque palleggiare troppo significherebbe rallentare quelle azioni di gioco che potrebbero risultare decisive. Per noi ogni zona del campo mal presidiata si traduce ovviamente in potenziali emozioni da goal, per Conte ed Inzaghi in piccoli e grandi problemi a cui far fronte durante il corso della partita. Ed Il derby di Milano è stato un esempio lampante di come lasciare troppo campo agli avversari sia estremamente pericoloso.

Umore a mille

photo by Pixabay

I biancocelesti ed i nerazzurri arrivano allo scontro diretto valevole per lo scudetto con l’umore a mille: la rimonta interista contro il Milan è pura benzina per le gambe e la testa degli uomini del tecnico leccese, così come l’aver battuto il Parma in casa, cosa non certo semplice, è una grossa iniezione di fiducia per l’Aquila che non smette mai di volare alto. L’entusiasmo di entrambe le squadre è dunque un altro aspetto che ci fa affermare con sicurezza come il big match tra Lazio ed Inter sarà all’insegna del goal. Giocare per vincere, come accade spesso e volentieri nella Premier League, è quel particolare fondamentale che trasforma una match mediocre, in cui una squadra fa catenaccio e l’altra prova in tutti i modi a inventarsi una magia per sbloccare il risultato, in una sfida dove le reti delle porte risultano continuamente gonfie.



redazione