L’amica geniale e non solo: tutti i libri ambientati a Napoli

Dove un romanzo si svolge è tanto importante quanto chi ci vive dentro, perché l’ambientazione può determinare quali conflitti dovrà affrontare il personaggio. Problemi a Manhattan possono essere diversi dai problemi a Milano, e né questi né quelli si avvicinano ai problemi che si hanno se si vive su una piccola luna di Giove.

Insomma l’ambientazione è importante perché non solo fornisce ai lettori un mondo nel quale perdersi, ma permette anche di creare elementi che potenziano la storia.

Credit: illibraio

Di recente, al di là della famosa quadrilogia dell’Amica geniale di Elena Ferrante, che ha ispirato l’omonima serie tv, tanti sono i romanzi che hanno Napoli come sfondo, o addirittura come centro focale della narrazione.

Infatti i libri su Napoli (dai romanzi ambientati nel capoluogo campano ai gialli storici la cui trama si svolge all’ombra del Vesuvio) stanno avendo un grande successo non solo in Italia, ma anche all’estero.

Sarà perché é variopinta e al contempo spietata e magica, sarà perché è enigmatica e adrenalinica, ma chiunque decide di usarla come sfondo lascia al lettore una possibilità in più di emozionarsi.

Abbiamo selezionato per voi alcuni famosi romanzi ambientati nella città partenopea. Non vi resta che scegliere e tuffarvi nei mille volti di Napoli.

1.VORREI CHE FOSSE GIÀ DOMANI.  MIRIAM CANDURRO E MASSIMO CACCIAPUOTI

Una storia sulla sincerità dell’amicizia. Quella che quando arriva, sconvolge tutta la nostra vita e ci regala una nuova prospettiva su noi stessi e sul nostro posto nel mondo. I protagonisti sono Paolo e Cristina. Lui a causa di un brutto incidente ha perso il senso dell’orientamento ed è costretto a muoversi grazie a dei post it su cui annota le coordinate. Lei invece la classica ragazza che alla scuola preferisce altro e che viene costretta dalla mamma.

Basta poco affinché il loro incontro si trasforma nella possibilità per Paolo di rompere il guscio dietro cui si ripara e a non rinunciare alla sua unicità. Ma non tutte le storie filano liscio… e presto tornerà a fargli visita il passato.

2.FAI PIANO QUANDO TORNI. SILVIA TRUZZI

La protagonista è Margherita. Una donna di trentaquattro anni e un lavoro che ama. Bella, ricca ma incapace di superare la scomparsa del suo papà, morto otto anni prima, e l’abbandono del fidanzato che l’ha lasciata senza troppe spiegazioni.

Quando dopo un grave incidente d’auto si risveglia in ospedale incontra Anna, una vecchietta operata al femore, che ha avuto una vita per niente facile. Poverissima, sposata con un uomo gretto e una figlia meschina, eppure non ha mai perso la voglia di vivere. I loro mondi si intrecciano, e una volta fuori dall’ospedale, la loro amicizia cambierà in meglio le loro vite.

3.GIORNI DI SPASIMATO AMORE. ROMANA PETRI

Affacciato al suo balconcino sul golfo di Napoli, Antonio guarda il mare e ascolta alla radio le canzoni di Sanremo. Nel quartiere lo prendono per matto, ma a lui non importa. Perché, se Antonio è pazzo, lo è d’amore per la sua Lucia, una donna che ha conosciuto in un giorno lontano del 1943. Anche se tutti gli dicono che il suo è un sogno impossibile, è con lei che Antonio spera di vivere giorni interminabili di amore, fatti di piccole, grandi cose: la spesa, la cucina, le serate sul balcone, la passione.

3.E I BAMBINI OSSERVANO MUTI. GIUSEPPE MAROTTA

Il protagonista è Remì, un bimbo di dieci anni che sembra avere apparentemente una vita normale. Ha una famiglia, va a scuola e ha persino una fidanzatina. Ma… il nonno é Don Furore, il boss di una potente banda criminale che tiene in mano le sorti della sua famiglia e di un indefinito quartiere tra Napoli e Caserta.

Così, in questo scenario, scandito da rigide regole d’onore dove é sempre più difficile distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato, Remí si trova costretto a mettere in discussione tutto ciò in cui credeva.

4.IL PASSATO DAVANTI A NOI. BRUNO ARPAIA

In un paese alla periferia di Napoli, negli anni ’70, un gruppo di ragazzi fa i conti con una realtà difficile, minacciata dalla criminalità organizzata, e nel frattempo affronta il suo particolare percorso di formazione. Un percorso che passa attraverso gli amori, le tensioni familiari, le vacanze vissute all’avventura e termina con il fallimento degli stessi ideali da cui aveva preso le mosse.

Le scelte dei protagonisti sono state, a partire da quel punto, le più diverse: e adesso c’è chi vive una vita del tutto normale, con moglie e figli, e chi invece si trova a fare i conti con il proprio passato.

5.SIRENE. MONICA RAMETTA

E’ una commedia fantastica, un inno alla diversità e all’amore in tutte le sue forme.

Le sirene hanno centinai di anni terresti eppure sono giovani, belle e determinate a dare un futuro alla loro specie. Per farlo, devono rinunciare alle meravigliose code da pesci e camminare sulla terra al fine di ritrovare l’unico tritone del Mediterraneo, Ares, fuggito per cercare la felicità tra gli umani. A Napoli le tre sorelle sirene Yara, Irene e Daria devono imparare a muoversi e a vivere, senza rivelare il loro segreto. Potenti ammaliatrici, ma anche estranee alle abitudini terrestri, le sirene conosceranno l’amicizia, l’amore e il pericolo, osservando tutto dal loro punto di vista ingenuo e alieno.



Rachele Pezzella