Da www.cinematographe.it

La seconda stagione di Romulus si farà: è arrivato l’annuncio ufficiale

21 aprile, una data forse come tante altre, ma non esattamente. Il 21 aprile del 753 a.C, secondo la tradizione, venne fondata Roma, e al giorno d’oggi non è raro vedere sui social numerose celebrazioni di questa data importante. Ed ecco che il 21 aprile, proprio in occasione del compleanno della città eterna, ecco una bellissima notizia: la seconda stagione di “Romulus” si farà. La serie che narra la leggenda della città più famosa al mondo avrà un seguito.

La prima stagione, prodotta da Matteo Rovere e con protagonisti Andrea Arcangeli, Francesco di Napoli e Marianna Fontana era un piccolo capolavoro. Vi lasciamo la nostra recensione a questo link.

Il finale apertissimo della prima stagione non poteva rimanere così aperto, e una seconda stagione era d’obbligo. Dopo la fondazione della città consacrata a Rumia per i due giovani re un nuovo pericolo incombe: la minaccia del re dei Sabini, il popolo dove Amulius si è rifugiato dopo essere stato risparmiato da Ilia.

Rovere, proprio nel giorno di Roma, come dicevamo, ha annunciato l’ufficialità del seguito. Ma vediamo qualche dettaglio in più sulla seconda stagione di “Romulus”.

Per questa seconda stagione sono previsti otto episodi; la regia, invece, è ancora affidata a Matteo Rovere, Michele Alhaique ed Enrico Maria Artale. La produzione, ovviamente, è di Sky e Cattleya.

Le riprese della serie inizieranno a maggio sempre nel Lazio, come avvenuto per le puntate che abbiamo già visto. I dialoghi, ovviamente, saranno ancora in protolatino e sono già confermati i tre personaggi protagonisti Yemos, Wiros e Ilia. A questi, a detta dello stesso Rovere, si affiancheranno altri importantissimi personaggi che ora non ci è dato conoscere.

I tre protagonisti. Da www.tg24.sky.it

In un’intervista, Rovere ha già creato una grandissima aspettativa anticipando alcuni dei temi che tutti gli appassionati sono curiosi di sapere. Vediamo la sua dichiarazione:

«Con la seconda stagione di Romulus ci avventureremo con ancora più energia nel racconto straordinario della fondazione di Roma. […] nostri protagonisti, con affascinanti nuovi ingressi, affronteranno difficili sfide, vivranno nuove avventure e battaglie, e ci condurranno verso la scoperta di un grande mistero. Come sono nate Roma e la civiltà occidentale? E chi sarà, alla fine, il nostro Romulus?»

C’è un aspetto interessante, che trascende dalla narrazione, che è giusto sottolineare. Sky, infatti, vuole raggiungere l’ambizioso traguardo delle zero emissioni di carbonio entro il 2030. Le riprese di questa seconda stagione di “Romulus”, a tal proposito, hanno l’obiettivo di dar vita alla produzione più ecologica di Sky. Un bel messaggio lanciato in un periodo storico in cui il tema della salvaguardia dell’ambiente è di primaria importanza.

La prima stagione aveva regalato grandi emozioni a tutti gli spettatori, che non sono di certo rimasti delusi. Ora non ci resta che fare il conto alla rovescia dei giorni che ci separano dalla seconda stagione di “Romulus”.



Marco Nuzzo