La moda intramontabile degli orecchini pendenti

Capelli lunghi o capelli corti, mossi o lisci, per non parlare delle acconciature come ad esempio dal capello sciolto naturale, alla tipica coda da cavallo più contenuta: gli orecchini pendenti giocano alla perfezione con qualsiasi hairstyle si scelga. Accessorio divenuto col tempo quasi indispensabile per corredare il volto di ognuno che voglia darsi un tono, per valorizzare linee e sfumature d’espressione, oppure per sentirsi più attraenti per sé o per gli altri, gli orecchini pendenti rappresentano un giusto compromesso per un look da “tutti i giorni” così come per le occasioni importanti.

Orecchini pendenti per donna

Pendenti, a cerchio, a lobo, punto luce, a goccia, a palla, colore oro rosa, color oro, orecchini a cerchio con pendente o pendenti in argento: queste sono solo alcune delle categorie più popolari di orecchini pendenti oggigiorno in commercio. Ogni modello è stato creato probabilmente dalla stessa forgia, ma ognuno è destinato ad una storia unica. Indossare orecchini infatti è l’usanza per eccellenza nel dichiarare la propria eleganza, sia che ci si trovi in pubblico ad un evento speciale, sia che si voglia richiamare l’attenzione su di sé nell’intimità del privato. Gli orecchini pendenti si abbinano perfettamente a bracciali e collane per affermare uno stile personale e inconfondibile.

Le varietà di orecchini pendenti

Gli orecchini pendenti a cerchio sono ad esempio un tipo tra i tanti proposti dai più famosi gioiellieri. Piccoli o grandi, sottili o spessi: c’è solo l’imbarazzo della scelta per dare gli ultimi ritocchi al proprio aspetto, e per rendersi più speciali. Alcuni dei design più in voga che riempiono i cataloghi degli artigiani orafi sono quelli che si differenziano per colore e materiale. La composizione dell’orecchino che si indossa certamente fa la differenza: oramai, i gioielli vengono realizzati in metallo, plastica, vetro, con pietre preziose eccetera. L’unico accorgimento da non sottovalutare mai è assicurarsi che il materiale dell’orecchino che si indossa sia anallergico, per evitare le fastidiosissime irritazioni ai lobi.

Orecchini con pietre preziose

Le pietre rare sono uno degli elementi che distinguono le varie case di maestri gioiellieri in circolazione. I gioielli incastonati di pietre rare infatti costituiscono un simbolo di eleganza per eccellenza. Oltre a oro rosa, color oro o argento, gli orecchini pendenti vengono disegnati e arricchiti con i dettagli più eleganti e ricercati. Le pietre preziose, le perle, la linea swarovski regalano agli orecchini luminosità uniche, forse per ricordare un po’ la loro antica funzione ai tempi della pirateria: illuminare gli oggetti che si hanno di fronte.

Quando si è iniziato a portare gli orecchini?

Sebbene il riferimento più recente sugli orecchini possa sembrare la fine degli anni ’70 con l’epoca punk, oppure il decennio successivo durante il quale soprattutto i musicisti maschi ne indossavano rigorosamente un paio, gli orecchini pendenti sono un accessorio ornamentale diffuso fin dall’antichità, tanto nella donna quanto nell’uomo. Chiunque sia appassionato di cinema, ricorderà l’interpretazione di Johnny Depp nei panni del goffo pirata Jack Sparrow: nella marina infatti, fin dal XIX secolo era un’abitudine tradizionale per gli uomini indossare orecchini. I pirati in particolare li portavano soprattutto per poter vedere meglio quando scendevano in sottocoperta, in quanto il gioiello rifletteva la luce degli oggetti. Oro, lapislazzuli, corniola: sono alcuni dei materiali con i quali venivano forgiati i primissimi orecchini nell’antichità. Ne sono stati trovati resti risalenti a migliaia di anni prima della nascita di Cristo, ad esempio durante le civiltà sumera, minoica, micenea.



redazione