La difficile e triste storia di Hugo, il bimbo che rischia la vita ad ogni urto

Talmente fragile da non poter sopravvivere nemmeno al più piccolo urto. È la storia di Hugo Tornqvist, un bimbo svedese affetto da una grave forma di Herlitz Epidermolisi bollosa giunzionale. La malattia genetica consiste in un assottigliamento della pelle e le condizioni in cui versava Hugo erano talmente gravi che i medici dissero ai genitori che non sarebbe potuto arrivare all’ottavo mese.

Il piccolo adesso però ha tre anni e continua la sua lotta per la vita, il suo corpo è coperto di piaghe e ha sviluppato gravi problemi respiratori. Il bambino comuque sembra migliorare e le sue difese immunitarie rafforzarsi.

Tutto in casa è progettato in funzione di Hugo: pavimenti imbottiti, pareti, il bambino non può interagire con i coetanei per paura di contrarre virus. «L’unica cosa che possiamo sperare è che la sua condizione respiratoria migliori», ha detto la madre al Daily Mail, «lui è un bimbo buono non si lamenta mai», e conclude speranzosa: «forse stiamo per mettere ko questa malattia».



redazione