La città degli Angeli, cosa fare e vedere a Los Angeles

redazione

In #Instaworld, MONDO / redazione / Comments

Tutti, almeno una volta nella vita, hanno sognato le sue spiagge, le sue ville maestose, l’aria eccentrica tipica delle vere celebrità. Los Angeles ha sempre occupato un posto speciale nell’immaginario collettivo, tanto da essere universalmente considerata tra le mete più ambite per le vacanze di giovani ed adulti.
Circondata e protetta dalle montagne californiane, la moderna “Città degli Angeli” si presenta agli occhi dei suoi visitatori in tutta la sua vivacità, fatta di artisti strampalati, locali alla moda, viali superaffollati e vetrine luccicanti. Una grande metropoli nella quale è facile perdersi e dalla quale è difficile separarsi.
Uomini dai muscoli ben allenati, bellissime donne in abiti succinti e lussuose limousine dai vetri oscurati si aggirano per le vie del centro, fomentando l’impressione di essere sul set di un film di Hollywood: una scritta che ispira, nove bianchi caratteri che campeggiano sulla collina ed introducono al magico mondo di Los Angeles. Qui si annulla la distanza ed i desideri diventano realtà.
Hollywood pictures
 E’ vero, però, che la partenza non può esser improvvisata ed in valigia non si può conservare solo la crema solare (assolutamente necessaria) e la mappa dettagliata della California. Prima di partire per gli USA, infatti, è indispensabile stipulare una polizza assicurativa sanitaria, non essendo prevista oltreoceano una copertura medica gratuita. 
L’operazione può sembrare complessa, ma grazie a siti come Coverwise è possibile usufruire di servizi personalizzati per ottenere la più completa assistenza sanitaria all’estero.

 Assodate le procedure burocratiche, nulla potrà frapporsi tra voi e la città del Rodeo Drive, regno indiscusso delle star del cinema e della musica, spesso a riposo tra le verdeggianti palme di Beverly Hills. Una costosa piantina vi indicherà il punto esatto in cui trovare le ville (talvolta i castelli) delle celebrità, ma un cartello cercherà di dissuadervi dal sostare lì di fronte (“Assolutamente vietato fermarsi”).
 Potrete sostare, invece, almeno per 30 minuti, presso il “Dolby Theatre” (ex “Kodak Theatre”), semplicemente per respirare aria di Oscar e di straordinari successi. Inevitabile il passaggio attraverso la “Walk of Fame”, gli “Universal Studios” e l’Hollywood Cemetery, sacro luogo in cui giacciono le spoglie di veri maestri.

 La bella vita di Los Angeles si concentra lungo le spiagge, affollate da maggio a settembre, e spettacolari per la sabbia finissima e le acque limpide dell’oceano.  
Venice Beach e Malibù sono tra le più rinomate, ma lo scenario si fa incantevole una volta raggiunto il molo di Santa Monica. Due ore di viaggio separano la baia da Hollywood, ma il tragitto è piacevole ed una corsa sulla ruota panoramica più famosa del mondo vi ripagherà di ogni sacrificio.
 A piedi o in bus, percorrere la “Città degli Angeli” regala emozioni intense e permette di cogliere le molteplici sfumature che fanno di Los Angeles una metropoli tutta da scoprire. Dalla “Walt Disney Concert Hall” alla “Union Station”, dall’anima messicana del “Pueblo de Los Angeles” al museo LACMA in cui sono racchiuse diverse opere italiane: gli intrattenimenti non mancano, ma il panorama migliore si gode dal Griffith Observatory, il planetario che domina la città.
 Non c’è dubbio, la vita è costosa, ma non capita certo tutti i giorni di camminare sulla stessa spiaggia tanto a lungo sorvegliata dai bagnini di Baywatch!