grammy.com

Julia Michaels: è il momento di brillare con Not In Chronological Order

Dopo aver scritto brani da record per artisti del calibro di Justin Bieber (Sorry), Selena Gomez (Bad Liar, Lose You To Love Me, Good For You, e altre), Dua Lipa (Pretty Please), e molti altri, è arrivato il momento per Julia Michaels di brillare della propria luce e dare alla propria voce l’opportunità di cantare i meravigliosi testi che da sempre cede ad altri artisti stregati dalla sua arte innata.

Il suo primo album in studio è Not in Chronological Order, composto da 10 brani ed anticipato da i 3 meravigliosi singoli Lie Like ThisAll Your Exes Love Is Weird; eppure non è la prima volta che Julia Michaels si lancia nel mondo della musica in veste di cantante. Infatti, dal 2017 al 2020 pubblicò ben 3 EP ed una serie di singoli piuttosto fortunati, in particolare Issues, brano che al giorno d’oggi conta con più di un miliardo di streams ed ha anche regalato a Julia le sue due prime nomination ai Grammy.

Ma per la cantante di Worst In Me, Not In Chronological Order è il suo vero primo album e quello del riscatto, oltre che uno dei momenti più importanti della sua vita, in quanto grazie a questo nuovo progetto discografico è stata capace di raccontare al mondo un nuovo lato di sé, arrivato dopo aver conosciuto il vero amore che per anni aveva rinnegato nelle sue canzoni, affogando nella tristezza di una ricerca non andata mai a buon fine.

Questa nuova era discografica è iniziata con il rilascio ad ottobre 2020 di Lie Like This, tra i pezzi più movimentati e divertenti del progetto, e All Your Exes, scritta in collaborazione con JP Saxe, cantautore eccezionale con il quale ha anche guadagnato un’importante nomination ai Grammy per il If The World Was Ending, uno dei pezzi più romantici pubblicati in quest’ultimo anno.

In All Your Exes, troviamo una Julia Michaels totalmente sfrontata e divertita, decisa a “cancellare” tutte le ex del suo ragazzo dalla faccia della terra per essere l’unico amore che abbia mai avuto nella sua vita. Non è rancore, né odio, semplicemente il desiderio di creare nuovi ricordi in cui non vengano minimamente menzionate le precedenti relazioni, in modo tale da non influenzare tutte le loro esperienze future e considerare questo come il vero amore infinito.

Tutti, durante le relazioni, abbiamo quei momenti in cui le nostre menti viaggiano, e chiaramente non voglio uccidere le sue ex, ma questo non significa che non ci abbia pensato

Il lavoro di scrittura di Julia Michaels diventa sempre più palese con l’arrivo di altri due singoli pubblicati con il compito di effettuare un’ultima promo prima del rilascio ufficiale del disco. Love Is Weird Little Did I Know – rilasciato in concomitanza con il disco – sono due pezzi molto diversi dai primi due singoli ufficiali.

In questo caso, troviamo una Julia Michaels molto più riflessiva e spensierata, proprio come in Little Did I Know, dove ammette spudoratamente di essersi ricreduta dopo aver conosciuto il vero amore, qualcosa che fino a poco tempo fa credeva esistesse solamente nelle tragedie shakespeariane, molto lontane dalla sua realtà quotidiana.

Ma non è finita qua! Julia si ricrede nuovamente in Love Is Weir dove, in maniera ancora più insolita, considera che l’amore sia terribilmente strano, in quanto mai avrebbe potuto immaginare di trovarsi insieme ad una persona che finalmente potesse renderla felice, proprio come aveva sempre immaginato.

L’amore è strano
Non so come sono finito qui
L’amore è strano
Appare e scompare
L’amore è strano per alcuni
Va dal fare l’amore alle lacrime
Ora siamo qui, l’amore è strano

Top 👍: Love Is Weird, All Your Exes, Lie Like This, Undertone

Flop 👎: History

Voto: 8+/10



Marco Russano