Intervista agli Humana: ecco la band elettro-rock che non potete non conoscere!

Daniele Iudicone e Lorenzo Sebastiani, volti storici della band elettro-rock Humana, da mercoledì 8 a venerdì 10 settembre saranno impegnati nell’evento musicale Sanremo Live in The City, l’importante rassegna musicale nella splendida cornice della Piazza più ambita dai musicisti, Piazza Borea D’Olmo davanti al teatro Ariston di Sanremo. La manifestazione, promossa in collaborazione con il Comune di Sanremo, vuole promuovere la musica dal vivo, per far emergere nuovi talenti musicali italiani e trasformare Sanremo in un luogo dove la musica è elemento dominante e trascinante. Humana ha all’attivo successi come il disco “Karma” (2018) e la cover del brano di Enrico Ruggeri “Punk (prima di te)”, realizzato con due star del calibro di Alex Reeves e Ted Jensen.

Dopo l’omonimo album “Humana” del 2012 e l’EP ‘Human Electro (Remastered)’, realizzato nel 2020 con la collaborazione di Chris Gehringer, uno degli ingegneri del suono che sta dietro alle grandi hit mondiali di Madonna e Rihanna nel panorama della musica pop elettronica, la band uscirà prossimamente con un album tutto nuovo e dal sound interamente rivisitato con sonorità che possano invogliare a ballare.

Abbiamo fatto due chiacchiere con Daniele Iudicone, frontman della band elettro-punk -rock, per farci raccontare qualcosa in più sul loro progetto musicale prima di salire sul palco di Sanremo Live in The City!

Raccontateci di voi: come nasce la storia della vostra band?

Humana nasce dall’incontro con Lorenzo Sebastiani. Ci siamo conosciuti nel lontano 2011 per un progetto di musica punk che poi per alcuni problemi logistici è stato accantonato, ma dall’amicizia che ne è nata ha preso vita un nuovo progetto che ha preso il nome di Humana, perché entrambi siamo appassionati di rock elettronico. Nello specifico tutto è partito da un brano, dalla cover di Rock and Roll Robot che abbiamo registrato in studio da Lorenzo a Rimini al quale è seguito un video, che ha avuto numerose visualizzazioni su Youtube, ed è stato notato dalla casa discografica Halidon di Milano che ci ha scelti per concretizzare l’avventura del primo disco, “Humana” uscito nel 2012 accompagnato da un tour promozionale in giro per l’Italia.

Avete un sound elettro-rock molto particolare: a cosa vi ispirate nella composizione della vostra musica?

Ci rifacciamo alle sonorità anni ’90, primi anni 2000. Per restare in Italia, le nostre band di riferimento sono Subsonica e Bluvertigo; a volte ci affacciamo anche al mondo dei Linkin Park. Nel nostro ultimo album “Karma” ade esempio si sente in modo evidente l’influenza dei primi dischi dei Linkin Park. Durante il nostro tour estivo, che sta per terminare, così come in occasione del nostro concerto in live streaming dello scorso 28 aprile, abbiamo voluto fare un tributo ai Linkin Park e al frontman Chester Bennington, scomparso prematuramente 3 anni fa. Il gruppo americano è sempre stato per noi un’icona del mondo rock elettronico a cui fare riferimento.

Uscirà presto il vostro prossimo disco: cosa dobbiamo aspettarci?

Stiamo ultimandolo proprio in queste settimane; il 14 settembre inizierà la fase definitiva della registrazione. Sarà un disco molto elettronico che esalterà ancor di più i primi esperimenti avanzati di musica rock-elettronica di inizio anni 90. Si sentirà l’influenza delle nostre band di riferimento sia nazionali che internazionali. In definitiva sarà un album più elettronico e più movimentato nella ritmica, quindi anche molto più ballabile.

Dall’8 al 10 settembre suonerete dal vivo a Sanremo Live in The City: dopo un periodo così pesante dal punto di vista musicale, come vi sentite all’idea di tornare sul palco in una cornice così importante?

E’ una partecipazione che ci emoziona molto, anche perché avrà luogo nella sede storica per eccellenza della musica italiana, la Piazza dell’Ariston di Sanremo. Siamo ripartiti a fare live da metà aprile in avanti, prima con il concerto in streaming e da fine maggio con i concerti live. Oltre a Sanremo ci esibiremo anche in altre due date per il nostro tour estivo: il 21 saremo a Roma e il 24 settembre a Torino, per concludere poi con la partecipazione al MEI, il festival delle etichette indipendenti, che si terrà a Faenza il 3 ottobre. Abbiamo vissuto tutte le fasi della riapertura, tra coprifuoco alle 23, poi posticipato alle 24, quindi con maggior tempo a disposizione per poterci esibire e stare a contatto con il pubblico. E’ stato un po’ strano perché, visto il tipo di musica che facciamo, non eravamo abituati ad avere il pubblico seduto davanti a noi, ma a un pubblico un po’ più movimentato. Le prime date sono state molto complesse in termini di ambientamento, per capire anche come interagire con il pubblico che per forza di cose doveva stare seduto. Però poi la situazione si è sciolta, è aumentata anche la percezione della sicurezza nelle persone e quindi la loro partecipazione persone è andata crescendo. Gli eventi live sono unici ed emozionanti, rappresentano per me la parte più bella del lavoro di musicista.

Oltre al prossimo disco, ci sono nuovi obiettivi all’orizzonte? Cosa vi aspettate da questo autunno?

Subito dopo il lancio del disco riprenderemo con le attività live. Stiamo preparando un tour che parte dal nuovo disco e coinvolgerà anche gli altri due album degli Humana. Si terrà in inverno, nei club di Roma, Milano, Torino, Bologna e probabilmente Bari, dove ci siamo diverti moltissimo a suonare in più di un’occasione. In estate poi torneremo nelle piazze italiane, sperando che la pandemia non sarà più una preoccupazione e tutto potrà essere vissuto con maggior scioltezza.



Valentina Brini