Intervista a Zoizi: “Odore é un brano che parla della mia generazione!”

E’ arrivato a marzo in tutte le piattaforme digitali e streming “Odore”, il secondo singolo di Zoizi. Nelle ultime settimane ha rilasciato un nuovo singolo dal titolo “Benzina al cuore”, presente su tutte le piattaforme.

Zoizi, all’anagrafe Jodi Zojzi, è un cantautore classe ‘90 che nasce a Tirana e viene adottato dopo un anno di vita da mamma Italia per vivere definitivamente a Modena nel 2000 dove nasce e cresce la sua passione musicale.

Nel 2019 ha pubblicato il singolo che segna il suo debutto, “Pazzo Di Te”. Nello stesso anno ha aperto cinque concerti del tour di Francesco Renga.

È attraverso le sue parole, però, che abbiamo provato a conoscerlo meglio sia nel rapporto con la musica sia nelle ambizioni future.

Benvenuto a Social Up, Zoizi. Ci racconti quando hai capito che avresti voluto fare della musica il tuo lavoro?

Credo proprio tre anni fa circa. All’epoca ero un dipendente di un’azienda. A dirla tutta avevo un buon lavoro. Ma si vede che non sono fatto per marcare il cartellino. Dopo 9 anni mi sono licenziato e ho deciso di fare “all in”. Non voglio rimpianti.

Ti sei fatto conoscere con il singolo “Pazzo di te”. Dal 13 marzo hai rilasciato un nuovo brano dal titolo “Odore”. In cosa si somigliano queste due canzoni?

Gran bella domanda. Pur essendo nettamente opposte come concetto credo che siano simili nel bisogno che ho avuto di scriverle per chiudere quei 2 determinati capitoli. Avevo come un conto in sospeso con queste 2 canzoni.

Parliamo di “Odore”. Com’è avvenuto il processo di scrittura? Qual è il suo messaggio?

Nasce da un giro di chitarra semplicissimo che mi sono portato dietro per un anno circa. Mai avrei pensato di scriverci una canzone. Poi ho collegato una sensazione precisa alla necessità di parlare della mia generazione. Quelli nati nel 1990. Odore é il mio inno generazione.

Perché hai scelto di realizzare il videoclip di “Odore” in bianco e nero e con te in primo piano?

Proprio perché il pezzo é concepito come inno. É per tutti. Non ho voluto dare un ulteriore significato legato alle immagini. Volevo far cantare le parole come se fosse una confidenza.

Tra le tue esperienze, annoveri l’apertura di alcune date del tour di Francesco Renga. Come vi siete conosciuti? Com’è nata questa collaborazione?

Settembre dell’anno scorso mi chiama il mio manager e mi dice: “Ciao ragazzo, devi aprire 5 date di Francesco Renga”. Io: “A H !”

In pratica ha fatto ascoltare il mio progetto a Renga che mi ha dato questa possibilità.

Esperienza pazzesca. Ho imparato davvero tanto.

Cosa c’è in programma nell’agenda di Zoizi?

Il mio sogno per ora é poter suonare ogni sera in un posto diverso. Voglio tornare sul palco appena sarà possibile.

Intanto posso dire che prestissimo uscirà un nuovo singolo a cui tengo tantissimo e sarà una bomba!



Sandy Sciuto