Muriel

Intervista a Muriel: “oggi, per me l’amore arriva tutti i giorni non solo di domenica!”

In una vita in cui la misura del nostro successo si calcola sulla quantità di impegni improrogabili, c’è ancora posto per l’amore? A raccontarcelo è Muriel con il suo nuovo singolo L’amore arriva solo di domenica. Un brano frizzante e dal sound allegro che ricorda tanto il jingle di una serie tv o di un programma della domenica pomeriggio.

Il testo racconta gli ostacoli di una relazione amorosa in affanno a causa degli impegni e che fatica a ritagliarsi il tempo per consolidarsi. Muriel interpreta un brano scritto e musicato da Roberta Faccani, l’ex voce dei Matia Bazar. Un sound completamente pop dal ritornello quasi iconico che diventa impossibile da scacciare via.

Muriel è una interprete, attrice e performer poliedrica, un concentrato di forza e di talento che abbiamo intervistato per Social Up.

Partiamo dal singolo “L’amore arriva solo di Domenica” che è un’esplosione di gioia. Cosa ti ha connvita del testo?

La prima volta che l’autrice (Roberta Faccani) mi ha fatto ascoltare il pezzo e mi ha fatto leggere il testo mi sono subito rispecchiata nella protagonista della canzone. Ho sentito fin da subito mia la canzone e l’ho interpretata come se fosse stata scritta appositamente per me, come se fosse un vestito cucito addosso! Io tendo a precisare che canto solo ed esclusivamente canzoni che rispecchino il mio vissuto, passato e presente, e in questo pezzo la protagonista della canzone ero esattamente io e come vivevo la quotidianità qualche anno fa. Una donna presa da mille impegni, oberata dal tran tran giornaliero, super indaffarata con un lavoro come il mio di cantante, che non c’era mai per il suo compagno e se andava bene rilegava le giuste attenzioni solo la domenica. Come potevo non cantarla?

Credo che non solo io mi sono rispecchiata in questo brano, ma anche tantissime altre coppie.

Sarebbe il jingle ideale per uno spot pubblicitario o la sigla iniziale di un programma tv…

La canzone è un pop allegro, fresco, frizzante. Volevamo infondere esattamente il buono umore, dopo tutto quello che abbiamo vissuto con la pandemia. Volevamo dare una sferzata di positività e allegria, infatti stiamo ricevendo tanti consensi positivi e ad oggi siamo 2° posto in classifica top 10 video emergenti Italia… Chissà che non venga scelta proprio come jingle tv o sigla per qualche spot e non diventi il nuovo tormentone invernale… mai dire mai!

Anche per te l’amore arriva solo di domenica?

Ad oggi, per me l’amore arriva tutti i giorni. Sono felicemente sposata e con un bimbo di 3 anni, quindi cerco di dare le giuste attenzioni alla famiglia e a mio marito Francesco, perché ho capito (proprio come la protagonista della canzone) che non si può rilegare le attenzioni o i sentimenti solo “la domenica” al partner, ma prendersene cura ogni singolo giorno. Proprio come una pianta, l’amore va annaffiato di presenza, abbracci, attenzioni e sentimenti, cercando di dedicare sempre tempo al proprio compagno/a, staccare la spina e, perché no, distaccarsi almeno una volta giorno da tutti i social. Si sta più connessi al web e sui social che con il proprio fidanzato/marito… Mi auguro che la canzone sia anche fonte di ispirazione e rivalutazione per tante altre coppie! Il messaggio è molto chiaro e diretto.

Quanto è complicato instaurare una relazione in un mondo che ci assorbe sempre di più?
Viviamo in un mondo che va veramente troppo in fretta. Stiamo connessi 24 ore su 24, non riusciamo mai a staccare, non ci prendiamo le giuste pause né dedichiamo tempo alle persone che veramente contano per noi, rimandando troppe volte alla domenica un messaggino o un vocale, perdendo di vista così le relazioni vere che sono fatte di presenza e non di assenza. Non sarebbe nemmeno tanto complicato gestire una relazione amorosa nell’era dei social, ma solo se ci impegnassimo di più e ci interrogassimo dicendo “sto dando le giuste attenzioni e tempo a chi amo?”.

Sei poliedrica, ti destreggi tra la musica, lo spettacolo e la cinepresa, qual è il tuo elemento, il posto dove ti senti più a tuo agio?

Amo lo spettacolo a 360 gradi, sono un’artista e mi è sempre piaciuto sperimentare varie forme di arte: dalla musica, al cinema, all’animazione, allo spettacolo… sono una persona “affamata” di conoscenza come di studio, amo imparare cose sempre nuove e perfezionarmi, e proprio per questo ho passato tutta la mia vita a studiare musica, canto e vocal coaching con la stessa Roberta Faccani (tramite la sua Fabbrica del cantante -attore), proprio perché nella vita non si è mai arrivati. Nonostante ho avuto qualche esperienza anche cinematografica come attrice e piccoli ruoli al cinema e trasmissioni TV, il mio primo posto rimane solo e soltanto nella musica! Dico ancora che da grande voglio fare la cantante, quindi continuerò solo in questa direzione!

Il tuo percorso con Roberta Faccani come prosegue?

Ho conosciuto Roberta Faccani più di un anno fa, proprio durante la pandemia. Io come altri artisti ero ferma nel lavoro, cosi pensavo “Cosa posso fare ora? A cosa posso dedicarmi?”. Non so stare con le mani in mano e non cantare, per me è fonte di grande sofferenza. Nonostante lo stop forzato dalle serate ,questo brutto momento che ho vissuto ha avuto il suo riscontro positivo, mi ha fatto conoscere questa grande artista, amica, nonché ora mia vocal coach e produttrice (con la sua etichetta discografica Bandidos Records, che ha prodotto “L’amore arriva solo di domenica”).

Mi ha aiutato in un grande percorso di crescita musicale, arricchendomi professionalmente e a completarmi artsiticamente. Abbiamo legato da subito, così tra una lezione di perfezionamento e l’altro è nato il progetto discografico che porta la sua firma (e quella di Giordano Tittarelli per la parte musicale e Giovanni Versari per il mastering audio).

Tra qualche mese ci sarà Sanremo, ti piacerebbe partecipare?

Ho sempre seguito Sanremo, fin da piccola non mi perdevo mai una puntata, nel 2015 ho partecipato a Sanremodoc al Palafiori di Sanremo vincendo il premio miglior inedito con un altro brano mio inedito “L’amore non fa rumore”, per il futuro non escludo nulla, chissa’, se capitasse l’occasione di partecipare la valuterei.

Quali sono i tuoi riferimenti musicali?

Sono cresciuta a pane e Whitney Houston, mi sono sempre ispirata anche per i miei live alle grandi donne e le loro grandi voci. Nel mio repertorio ci sono le canzoni di Aretha Franklin, Etta James, Liza Minnelli, Mariah Carey, Beyoncé… e per l’Italia, oltre a Mina, Giorgia. La mia artista preferita, per la sua estensione vocale e la voce graffiante, era proprio Roberta Faccani, che seguivo dai tempi dei Matia Bazar quando era la loro voce solista. Ritrovarmi oggi a collaborare con lei e averla come mia personale vocal coach e produttrice è fonte di grande soddisfazione personale.

A cosa stai lavorando?

Ad oggi, assieme al mio Staff, stiamo lavorando alla promozione fino a fine anno de “L’amore arriva solo di domenica”, posso però anticiparvi che contemporaneamente stiamo lavorando sempre per il mercato discografico a un importantissimo progetto per i primi mesi del 2022… un progetto che mi sta veramente a cuore e a cui mi dedicherò con tutta me stessa! Seguitemi perché ne vedrete delle belle!



Benito Dell'Aquila