Intervista Giovanna Guglielmi – L’eleganza del movimento

In completa sintonia con il tempo in cui viviamo, e con lo sguardo sempre proiettato al futuro, la stilista e artigiana dei tessuti Giovanna Guglielmi racconta a Social Up del suo inedito spazio Prima Traversa, che inaugurerà a settembre, e dei suoi tanti nuovi progetti.

Creare movimento. Creare in movimento.” È questo il mantra che ha caratterizzato tutto il percorso di Giovanna Guglielmi. Movimento nelle sue creazioni, mai statiche, sempre attuali.

Movimento nelle idee d’avanguardia che già nel 2006 ha dato vita al “Black“, fuori salone New Age nel cuore della moda milanese di via Tortona.
E ancora movimento per inaugurare, il prossimo settembre, il nuovo progetto Prima Traversa.

Affiancata come sempre dai figli Matteo sul fronte finanziario e Andrea allo stile creativo, Giovanna Guglielmi apre uno spettacolare, ardito, unconventional showroom. Un contenitore movimentato non solo dalle sue cinque collezioni, ma perfetto visualbox per marchi emergenti o affermati brand in cerca di sperimentazioni collaterali. Perché, come ama dire Giovanna, “Il movimento è costruire. E continuare a costruire è vivere”.

Sostieni che si debba andare oltre il consueto, cosa vuoi dire?
Che bisogna vedere il futuro, quello che potrà essere domani. Sono tutti fermi e nostalgici dei tempi che furono. Io no, io mi chiedo cosa farò, cosa venderò, non cosa facevo o cosa vendevo. Dobbiamo aspirare a qualcosa di nuovo, dobbiamo ricercare originalità, dobbiamo reinventarci continuamente.

Che tipo di donna ami vestire?
Una donna che vuole sentirsi se stessa. Non importa che sia alta, bassa, magra o curvy. Con Tadashi, linea che amo particolarmente, vestiamo dalla 38 alla 50, dalla ragazzina alla donna più matura.

A cosa stai lavorando per la prossima stagione?
Mi sto concentrando su nuove forme e nuovi tessuti, perché anche partendo da trame ‘povere’ si possono realizzare stoffe ricche e fortemente connotate. Qualsiasi tessuto può diventare particolare. Amo plasmare forme e pieghe realizzando così opere uniche. Si può trascendere qualsiasi moda o tendenza se si sanno lavorano stoffa
 e materiali, impreziosendoli, creando
 giochi di colore inediti.

Dopo tanti anni di lavoro come definiresti il tuo approccio attuale alla moda?
Oggi mi lascio guidare solo dai miei sentimenti, quindi direi che è più intimo, introspettivo. Anche per quanto riguarda il web, mondo al quale mi sto avvicinando, desidero realizzare una piattaforma elegante, particolare, un viaggio extra-sensoriale capace di emozionare e far sognare.

E non si ferma qui il movimento, la fibrillazione, la costruzione, il trasformismo. Vero Giovanna?
Sì, c’è un’altra idea che prende vita, si muove, avanza: Maison de Charme, che nasce nella pieve ristrutturata di proprietà della mia famiglia. Un esclusivo B&B dal respiro unico e ricercato che a breve accoglierà ospiti che vorranno rallentare il troppo movimento in un’atmosfera di puro relax e attenzione al particolare.

Da squisita padrona di casa, ne siamo certi, Giovanna Guglielmi riserverà loro tutto il suo estro e il gusto per il bello della vita.



Camilla Antonioni