I nostri animali si allontanano da noi quando sanno che stanno per morire?

Dal periodo precedente alla domesticazione, i felini si nascondevano quando stavano male. Questo perché quando vivevano allo stato selvaggio, circondati da predatori ed erano fisicamente debilitati, si nascondevano per non essere cacciati e morire. Oggi giorno i felini hanno conservato questa “precauzione istintiva” nel loro codice genetico, e quando si sentono tristi o malati, tendono a nascondersi.

Questo però non significa che devono morire, né tanto meno che stiano sentendo la morte. Semplicemente si sentono male e preferiscono stare in disparte, in un angolo, in un armadio o in qualunque posto nascosto e tranquillo.

Quindi non dovete allarmarvi ogni volta che il vostro gatto scompare o si nasconde. Per natura è un animale che preferisce osservare tutto dall’alto e da lontano, così ha tutto sott’occhio ed è distante da animali e persone che potrebbero “infastidirlo”.

E i cani?

Quando i cani vivevano in branco, evitavano l’esposizione quando erano feriti, così che l’odore del sangue non attirasse qualche predatore. Questo poteva essere rischioso per l’intero branco e quindi il cane ferito si isolava. Dopo più di 15.000 anni di domesticazione, anche il cane come il gatto ha mantenuto questo istinto.

Certo è che rispetto ai gatti, i cani reagiscono di meno in questo modo, perché si sono abituati molto di più alla presenza umana e sono diventati più dipendenti delle nostre cure.

Consigli: tenere sempre puliti i luoghi dove il vostro gatto o cane si rifugia di più, perché quando si rifugiano a causa di malori, il loro sistema immunitario può essere più basso e quindi loro, più inclini ad infezioni. Lascia che sia libero di avere il suo spazio e rispetta la sua volontà. Non costringerlo ad uscire dai suoi nascondigli, perché questo lo spaventerà, soprattutto con i gatti.

Non opprimeteli ma abbiate sempre un occhio vigile su di loro: Nel caso in cui la ricerca dell’isolamento sia più presente che in passato, o vediate che cerca di appoggiare lo stomaco in superfici fredde, o adopera strane posizioni rispetto alle solite, consultate subito il vostro veterinario di fiducia. Questo vale sia per il cane che per il gatto.



redazione