I 10 film di Christopher Nolan prima di “Tenet”

Regista, sceneggiatore e produttore cinematografico di successo, Christopher Nolan approda di nuovo al cinema in tempo di coronavirus con “Tenet”, un mix di fantascienza, spionaggio, azione e thriller.

Nolan
imdb.com

Nell’attesa e nella speranza che voi lo guardiate, meglio concentrarsi sulla sua carriera per comprendere chi è stato e cosa lo ha portato ad essere così popolare oggi, continuando a firmare pellicole.

Il suo esordio fu “Following” nel 1998: commedia nera che narra di uno scrittore che comincia a pedinare gente. Una parte della critica si complimentò con il regista al debutto per l’abilità nell’uso della handycam.

Nolan
imdb.com

Il vero successo arrivò però due anni dopo con “Memento”, film per il quale Nolan ottenne la candidatura agli Oscar per la migliore sceneggiatura originale. Qui si gioca su processi di decodificazione illusori e superflui all’esistenza dell’io, una caratteristica che rende il thriller originale ed avvincente.

Due anni dopo un pilastro entra a far parte del cast di “Insomnia”, sempre di Nolan. Ebbene, il regista dirige Al Pacino in un thriller che annovera un’altra colonna portante del cinema americano, il tanto amato Robin Williams, da grandi e piccini, che qui si diverte nel recitare in un ruolo perfido.

Nolan
imdb.com

Il 2005 è la volta di un film a tema “supereroi”, seguito da “The Prestige” del 2006, che funge da sorta di intermezzo tra questo (“Batman Begins”) e “Il cavaliere oscuro” (2008), pellicola che tratta, invece, del nemico di Batman: Joker, protagonista di un film di metafore, scontri estetici, astrazioni, episodi intrecciati, parabole compresse.

Grandissimo successo arriva anche con “Inception” nel 2010, candidato agli Oscar come miglior film, ma non vincitore. È la storia suggestiva di Dom Cobb, un tizio in grado di inserirsi nei sogni altrui per prelevare i segreti nascosti nel più profondo del subconscio.

Nel 2012 torna anche nel titolo Joker con “Il cavaliere oscuro-il ritorno”, incassando oltre 1 miliardo di dollari e ricevendo una tale ottima reputazione da una parte della critica che lo considerò allora come uno dei migliori film dell’anno.

Nolan
imdb.com

Prima di “Tenet” appena uscito segnaliamo i suoi ultimi due film: “Interstellar” e “Dunkirk”, rispettivamente del 2014 e del 2017.

Il primo ha dei debiti con “2001: Odissea nello spazio” di Kubrick ed è ritenuto dal Farinotti come “un kolossal che confonde la cultura con tesi astratte incomprensibili”. Intanto, ha riportato un Oscar per i migliori effetti speciali e ben quattro candidature!

Il secondo, invece, piace allo stesso critico appena citato che lo ritiene come un film di guerra, ma non come gli altri, perché “sotto le bombe e la musica organica-industriale di Hans Zimmer, il film è il soggetto ideale per appagare l’ossessione della percezione del tempo di Nolan”.

Nolan
imdb.com

Ora non ci resta che gustarci l’ultimissimo, ma teniamo ben a mente che la filmografia di quest’uomo si caratterizza per prospettive materialistiche, temi epistemologici e metafisici, tra moralità umana, tempo, memoria e identità personale. Narrazione non lineare, effetti speciali pratici e fotografia di grande formato sono elementi ben comprensibili nei suoi lavori alla luce della sintetica analisi della sua carriera appena svolta.