Giorgio Chiellini verso il ritiro dopo l’Europeo: scelta giusta?

La Juventus è un cantiere aperto, come mai lo è stata in questi ultimi 10 anni. Proprio dieci anni fa, il trio composto da Bonucci, Barzagli e Chiellini iniziava a erigere un muro davanti la porta di Gigi Buffon. Un muro molto solido, destinato a durare parecchi anni. Il calcio però è spietato e, come tutto nella vita, è fatto di cicli, destinati ad un inizio e soprattutto a una fine. Così è stato per Barzagli qualche anno fa, così sarà per il capitano della Juventus. Infatti, la notizia di un Giorgio Chiellini verso il ritiro a fine stagione, gira da un paio di settimane intorno l’ambiente Juve ed è assolutamente fondata.

Il contratto, a scadenza il prossimo giugno, con ogni probabilità non verrà rinnovato. Dal 2005 alla Juventus, Chiellini si pensava fosse un ottimo terzino sinistro, di spinta costante in chiave offensiva. Un ruolo che ha fatto diverse volte, ma Chiellini è poi diventato il prototipo del difensore centrale ideale, invidiato da tutta Europa e con pochi rivali al suo livello. Sempre al limite del regolamento, con una marcatura asfissiante riservata agli avversari e una determinazione incredibile; Giorgio è considerato un professore della difesa, nonostante i continui infortuni di cui soffre. Quando gioca, ancora oggi (all’età di 36 anni) è quello che fa la differenza. Molti dei suoi avversari, uno su tutti Ibrahimovic, hanno sempre definito Chiellini come il difensore più duro da superare.

Prima di ritirarsi però, Chiellini proverà a stringere i denti e giocarsi l’Europeo, magari per chiudere la carriera come merita. Di recente, proprio su questa possibilità Chiellini parlò così:

 “Non lo so. Potrebbe essere anche bello così, non lo escludo. Faccio fatica ad andare avanti nel tempo… Dico la verità, se arrivo a fare l’Europeo sono felice, vuol dire esser tornato ai miei livelli”- e prosegue- “Sarei felice di fare un’annata coronata da un Europeo da protagonista. Non voglio pensare a quel che sarà dopo”.

La strada appare dunque segnata, in attesa delle ufficialità in arrivo. Giorgio Chiellini è un’istituzione per la Juventus, che certamente non sarà felice di doverne fare a meno dalla prossima stagione in avanti. Tuttavia, i continui stop fisici del capitano bianconero rendono questa scelta quasi inevitabile.

Getty Images

Con ogni probabilità, dopo sedici stagioni con la stessa maglia in campo, Chiellini avrà un ruolo dirigenziale nella prossima Juventus, che non può permettersi di perdere del tutto una figura del genere, un carisma essenziale per la crescita di un gruppo che, dopo nove anni, sta per cedere il passo ai rivali dell’Inter.



Marco Cavallaro