Gemitaiz fa volare i fan nel “Paradiso perduto”

Paride Rossi

In SPETTACOLO / Paride Rossi / Comments

Ieri sera un Gran Teatro Geox gremito ha accolto con frenesia Gemitaiz, al secolo Davide De Luca, nella terzultima data del tour “Paradise Lost”.

Il rapper romano, accompagnato dall’immancabile Mixer-T in consolle, ha deliziato i presenti con pezzi del suo ultimo album “Davide” e dei suoi famosi mixtape.

I due arrivavano da un triplo sold out registrato all’Atlantico di Roma, show caratterizzati dalla presenza di molti cantanti della scena rap romana e da una doppia data all’Alcatraz di Milano.

Gemitaiz, con l’uscita del suo ultimo album, ha dimostrato, e continua a dimostrare durante i live, che sa come si fa questo lavoro, ergendosi sempre più a faro della scena rap italiana.

Nelle sue canzoni si arriva a trattare dalle più semplici serate tra amici, passando per importanti eventi della sua storia personale, toccando anche temi sociali. Ed è proprio questa la sua forza, il suo essere traversale.

Le canzoni di Gemitaiz sono perfette proprio per questo: ognuna è adatta ad un momento della giornata diverso, ad uno stato d’animo diverso. Se si sceglie di ascoltarlo non si sbaglia.

A dimostrazione della sua versatilità c’era il pubblico, composto da differenti fasce d’età, dai dodicenni ai trentenni, cosa che ha fatto molto piacere al rapper che lo ha ricordato durante il concerto.

Ha dimostrato anche di essere superiore alle polemiche degli ultimi giorni portate avanti dal ministro dell’Interno Matteo Salvini, a proposito delle misure prese nei confronti dell’immigrazione.

Infatti, non si è lasciato andare a dure critiche contro il leader leghista, qualcosa che invece quest’ultimo non è restio a fare nei confronti degli artisti che lo attaccano.

Il concerto è stato uno dei pochi del tour, purtroppo, che non ha visto la presenza dei numerosi ospiti di Gemitaiz, come Coez, Achille Lauro e Madman, nonostante ciò, il pubblico euganeo ha risposto con grande entusiasmo all’evento.

Rispetto ai live degli anni scorsi Gemitaiz è migliorato molto, sia in termini di resistenza vocale, che nell’intrattenimento del pubblico; insomma sta proprio imparando ad essere un mostro da palcoscenico.

Ormai è un artista maturo. Partito producendo indipendentemente mixtape della serie “Quello che vi consiglio, QVC”, ha avuto la sua consacrazione con l’album di coppia con Madman, Kepler.

Il tour si avvia alla conclusione, con le ultime due date rimaste prima della fine del 2018, ma sicuramente Gemitaiz ha in serbo molto altro, sempre pronto a fare collaborazioni con la scena rap e indie italiana e con molto altro da raccontare.