Fido corre a scuola: tutti più felici e attenti

In #CulturalMente by redazioneLeave a Comment

Fido a scuola? Sembra proprio che ora sia possibile. Il cane, da sempre definito ”il migliore amico dell’uomo”, ora approda nelle classi delle scuole londinesi. Esatto, perché proprio in Inghilterra è nato il ”Learning support dog”, ovvero il ”cane maestro”. Sembra incredibile, ma i benefici riscontrati dai bambini che, nelle loro classi, vantano la presenza di un cane, parlano chiaro. Quali sono? Concentrazione, studio più efficace con conseguenti migliori risultati, infine più educazione e ordine. Prendersi cura di qualcuno, e in particolare di qualcuno che non può verbalmente esprimere le sue emozioni, infatti, sviluppa maggiore empatia, responsabilità e rispetto nei bimbi, che, entusiasti, imparano e si divertono allo stesso tempo.

Il trend è recente, infatti finora in Inghilterra esiste solo una ”scuola per insegnanti canini”, la ”Dogs Helping Kids (Dhk)” che è fondamentalmente un’associazione benefica con scopi quali istruire, e successivamente sostenere i bambini nelle scuole, proponendo Fido come una sorta di ”strumento” educativo. Le qualità relazionali dei piccoli vanno così sempre più migliorando, i comportamenti eccessivi diminuiscono con invece un incremento della fiducia in sé stessi (e migliori risultati scolastici). Cinque cani sono gli ”eroi” diplomati al corso della Dhk, tra questi vi è Rolo (labrador che svolge la sua attività integrativa presso la Huntington School, a York) che ben presto è diventato la mascotte della scuola, un tenero batuffolo tutto da coccolare (e i bambini, ma soprattutto lo stesso Rolo, ne sono ben felici!). Quel che si pensava potesse essere una distrazione è invece un magnifico compagno di cui i bambini si prendono affettuosamente cura: ora infatti, fanno tutti bene attenzione a lasciare i corridoi, le classi o il cortile, sporchi (anzi, li puliscono spesso gli stessi bimbi di loro iniziativa), per evitare che Rolo possa mangiare sporcizie cadute a terra che potrebbero farlo sentire male. Inoltre, con Rolo all’ascolto, i piccoli leggono meglio e di più.

La docente responsabile del progetto è Katrina Roberts, che afferma di aver dovuto lottare un po’ per vedere finalmente  concretizzata la sua idea, ma si dice soddisfatta di come ora procede, e dei risultati positivi ottenuti sui diversi piani. In realtà, potrebbero esserci altri cani in altre scuole (il Ministero inglese non obbliga a registrare i cani), quindi è possibile che ve ne siano molti, ma quelli della Dhk sono davvero speciali. Ebbene si, l’addestramento per ogni cucciolo costa ben 5 mila sterline (6 mila euro, circa), poiché il compito che vanno a compiere nelle scuole è davvero importante.

Ecco quindi che i cani non solo sono di aiuto attraverso la pet-therapy, ma possono davvero donare tanto, sempre, in un continuo scambio di affetto benefico per ognuno. I cani non hanno bisogno della parola: gli occhi di Rolo parlano già da soli.