L’intimo giusto e come trovarlo, sei sicura di fare sempre la scelta migliore?

In #Lifestyle by Claudia RuizLeave a Comment

L’intimo che una donna indossa dice molto di sé; ognuna di noi ha nel proprio cassetto una varietà indicibile di slip, reggiseni, perizoma o brasiliani. Ma avete mai pensato cosa si nasconde dietro la vostra biancheria intima?

Ecco un elenco di alcune cose a cui dovresti pensare la prossima volta che scegli il tuo completino sexy!

Diciamolo, la biancheria di cotone non è veramente la scelta più sexy che si possa fare, tuttavia è la più salutare: ”I tessuti di seta e sintetici non sono traspiranti, il che aumenta il rischio di intrappolamento dei batteri e mantenimento dell’umidità, che può causare un’infezione batterica”, ha dichiarato Donnica Moore, M.D., al The Huffington Post. Ha aggiunto che se dovete indossare biancheria intima realizzata con tessuti sintetici, dovreste scegliere uno slip che abbia il cavallo in cotone; così come limitare le mutandine di seta ad occasioni speciali.

Il tanga è un portatore sano di infezioni: ”Nel nostro corpo si trovano piccoli batteri, ad esempio l’Escherichia Coli che è il più diffuso nel colon, che possono depositarsi nella parte posteriore del tanga e nel caso voi pratichiate sport il tessuto può spostarsi e depositare batteri colonici nella vagina o nell’uretra”, così ha affermato il dottor Jill M. Rabin a The Huffington Post.

Se tutto questo non è ancora sufficiente per farvi dissuadere dall’indossare un tanga, pensate che il materiale può portare anche tagli sulla vulva e nel retto. Rabin ha aggiunto che indossare il tanga per brevi periodi di tempo e lavarsi per bene probabilmente vi terrà in salute … ma ne vale la pena?

L’intimo colorato è sicuramente divertente e ci fa sentire in qualche modo allegre. Anche in questo caso però, bisogna stare attente, Owen Montgomery, M.D. ha dichiarato a Cosmopolitan che potrebbe danneggiare la salute. “La tintura del tessuto può irritare la pelle delicata intorno alla tua vagina specialmente se hai una pelle sensibile o sei soggetto ad infezioni vaginali ricorrenti”.

Ora rivolgiamo lo sguardo alle nostre sportive. Scegliere l’intimo da indossare quando si pratica sport  è di per sé un lavoro. Ob-gyn Justin Shelton ha dichiarato a Women’s Health che indossare la biancheria intima sbagliata quando si pratica sport può causare molto più di un semplice disagio, possono esserci complicazioni mediche. “Indossare biancheria intima troppo stretta o  fatta di materiale non traspirante può causare un’infezione”, ha spiegato. “I batteri si sviluppano in un ambiente oscuro, umido e caldo”.

La pelle del tuo corpo potrebbe non richiedere detergenti particolari, mentre la tua vagina potrebbe avere esigenze diverse, secondo Donnica Moore, M.D.: ”Le cause primarie della dermatite da contatto sono: il detersivo per i bucato e i tessuti scadenti”. Moore raccomanda di scegliere un detersivo ipoallergenico o che almeno non contenga profumi forti.

Un altro dato importante è la scelta dell’intimo che più si addice al proprio fisico. Quante volte per strada abbiamo visto la ragazza davanti a noi con un pantalone troppo aderente e il segno della mutanda in bella mostra?

Bene, oltre alla propria salute intima è bene pensare allo stile!

Se indossate pantaloni a vita alta lo slip a vita bassa può davvero fare la differenza. Se si indossano abiti di tessuti molto leggeri è bene non utilizzare slip in pizzo, l’effetto sarebbe davvero imbarazzante. Come evitare la linea dello slip che si vede dal pantalone e non cedere al tanga? Esistono delle alternative, come intimo di tessuto più sottile o quelli senza cuciture.

Queste invenzioni permettono di rimanere comoda, ma senza mostrare esattamente quello che hai sotto i vestiti. Lasciare un po’ all’immaginazione non ha mai fatto male a nessuno!

About the Author
Claudia Ruiz

Claudia Ruiz

Nata a Catania nel 1989. Laureata in Scienze Internazionali presso l'Università di Siena. Nutro una passione per i temi di attualità e di politica estera, in particolare del sud est asiatico.

Loading...