Crediti: Steve Meddle/REX/Shutterstock

Ecco perchè vedete delle fighe che stanno con delle teste di cazzo

Premessa: questo articolo presuppone voi non siate delle teste di cazzo o, quantomeno, non vi riteniate tali. “Oh, ho vista una figa…ma stava con un tipo che, cazzo, era impresentabile”. Una frase che tutti, almeno una volta nella vita, hanno pronunciato. A tutti è capitato di vedere delle coppie assurde, composte da una ragazza molto gnocca e da un ragazzo affezionato all’età della pietra.

Lei: bella, intelligente, sveglia, simpatica. E porca, anche. Biancaneve che ha perso la verginità con tutti i nani; Cappuccetto rosso che ci ha dato dentro con il cacciatore, prima, e col lupo, poi; Cenerentola che prima di trovare il suo principe azzurro aveva fatto felice tutto il reame.

Lui: più alto di lei, capelli in ordine, canottiera e jeans strappati, tatuaggio con scritta in presunto giapponese sulla spalla e dragone sull’avambraccio, si esprime a bestemmie, sguardo completamente assente. Ultimo giornale letto: biglietto di auguri a forma di pagina di giornale, con scritto “Oggi è un giorno speciale”. Quel che è peggio, è che crede di essere davvero finito su Il Corriere della Sera. Attività sessuale: pari al criceto dorato, piccolo animale che nella sua breve vita (max 3 anni) può arrivare a sfornare quasi cento esemplari.

Insomma, la compensazione tra le due tipologie di esseri umani è evidente. Quello che, però, non vi lascia dormire la notte è il perché. È un idiota, un analfabeta che si permette anche, a sprazzi, di trattare male l’oggetto del vostro desiderio. Già, perché se siete davvero sfigati (e lo siete, se siete finiti qui, oddio se lo siete), i due soggetti li conoscete anche bene e sono nella vostra cerchia di amicizie.

Quindi, lui lo vedete tutti i giorni insultarla, lamentarsi di lei, litigarci in continuazione. Lei la vedete stare male, incazzarsi, bisognosa di attenzioni. Ovviamente, anche lei si lamenta di lui: “E’ un completo idiota, cioèddai, gli ho chiesto di accompagnarmi a prendere delle cose ed è andato a giocare a calcetto con gli amici. Mi accompagni tu?” Mi accompagni tu. Ecco l’occasione. Le farete vedere che voi siete presenti, in gamba e con un livello di scolarizzazione più alto. In pratica, migliori di lui. E lui? Chissenefrega!! E’ un coglione e gliela fregate, se lo merita, tanto non è che siate così tanto amici. E poi non si batte chiodo da quanto? Sei mesi? Un anno?

Ovviamente, non andrà come speravate. Nella migliore delle ipotesi, sarete il suo paggetto per qualche uscita innocua al massimo, alle quali il primate non vuole partecipare. Poi tornerà da lui, a riprendere la routine di tutti giorni. “E’ che alla fine, noi donne, stiamo con gli stronzi”. No, mi spiace correggervi. Con gli stronzi ci andate a letto. Per una storia cercate gli idioti. Quelli che vi faranno sempre e comunque sembrare superiori a loro. Una ragazza di questo tipo, in competizione continua su aspetto fisico e intelligenza già dalla tenera età, troverà in un uomo che ha skippato l’aggiornamento da Neanderthal a Sapiens tutte le sicurezze che cerca. Diamine, con uno così potrà parlare di tutto e sentirsi sempre un passo avanti. “Voi uomini non ci capite”. E meno male: meglio non rischiare di trovarne uno che ci capisca qualcosa.



redazione