Ecco le regole per essere un coinquilino perfetto (a prova di sfratto)

Essere o diventare un coinquilino perfetto è semplice: bastano pochi e semplici accorgimenti. Se sei in procinto di trasferirti ed avere dei coinquilini tutto quello che ti diremo lo troverai estremamente utile.

Lasciare casa, trasferirsi, fare nuove conoscenze ed ambientarsi è difficile, che si abbiano 19 anni o 30. Ognuno di noi ha le proprie abitudini che, nel bene e nel male, si sono ereditate in anni e anni di vita con genitori, zii, nonni e parenti vari. Vi sveliamo un segreto, per vivere con persone di culture e tradizioni diverse dalle vostre serve solo una cosa, che speriamo vi abbiano insegnato: il rispetto. Nel caso non siate disposti ad accettare compromessi per orari del bagno, docce e rumori a tutte le ore (sia giorno che notte), vi conviene disdire il vostro contratto e trasferitevi in un monolocale. Il monolocale è la scelta perfetta per chi non vuole scendere a compromessi con il resto della popolazione fuori sede. Se invece avete scelto di condividere la casa con qualcuno che fino all’altro giorno era un estraneo, allora vi serviranno queste regole per sopravvivere e vivere meglio. Essere un CDM è un secondo, ma per essere un coinquilino quasi perfetto basta un minuto e qualche piccola accortezza in più. Scopriamo insieme come evitare liti inutili e rendere armoniosa la vita tra coinquilini.

  1. Regole

    Ogni casa in condivisione che si rispetti ha delle regole di convivenza base che vanno dall’evitare di incendiare casa al buttare via la spazzatura a turno e frequentemente: rispettatale.

  2. Rispettare gli spazi altri

    Rispettare gli spazi dei tuoi coinquilini all’inizio se sei esuberante o chiacchierone ti verrà difficile, ma fidati, arriverà il giorno in cui loro ti urleranno addosso di levarti dalle scatole e te ci rimarrai male. Previeni tutto questo rispettando i loro spazi e bussa sempre prima di entrare.

  3. Pulire dove si è sporcato

    Sembrerà banale ma le pulizie solitamente sono la cosa che viene più sottovalutata nelle case per studenti. Pulisci i tuoi spazi con cura e gli spazi comuni quando è il tuo turno. In questo modo eviterai di ricreare una piccola Napoli in emergenza rifiuti in casa.

  4. Collaborare e pazienza

    Collaborare per portare avanti il benessere della casa è una cosa indispensabile, però se un coinquilino ha un modo diverso di pulire o gestire la casa (del tipo luci accese a tutte le ore) fateglielo notare con gentilezza e raggiungete un compromesso. Fare dispetti o litigare non risolve niente, ma crea solo brutti rapporti e una convivenza insopportabile per voi e chi vi circonda.

  5. Non rubare

    Lo sappiamo, è uno dei 10 Comandamenti, ma quando si parla di coinquilini è una regola da non trascurare. Non rubate mai, dico mai e poi mai, la carta igienica ad un vostro coinquilino. Naturalmente, non dovrete nemmeno mai frugare nelle dispense altrui per evitare di fare la spesa. Una cosa è mangiare tutti insieme cucinando, un’altra è scambiare per supermercato la dispensa dei vostri coinquilini.

Buon inizio convivenza.